Crea sito

Pizzelle di baccalà fritte

Pizzelle di baccalà fritte
Pizzelle di baccalà fritte sono un classico della cucina napoletana, si preparano di solito per il cenone della vigilia di natale. Si tratta di pasta cresciuta lievitata con cuore di pezzetti di baccalà, uno sfizio fritto caldo per intrattenere gli ospiti in attesa del cenone. Tra gli antipasti vanno sempre a ruba e sono le prime a finire. Sarà che il fritto seppur calorico ha sempre la meglio su altri tipi di cottura. E poi nei giorni di festa si può trasgredire. A voi la ricetta semplicissima.

Pizzelle di baccalà
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la pastella

  • 300 gfarina 00
  • 250 mlacqua
  • 10 glievito di birra fresco
  • 5 gsale
  • pizzichipepe (facoltativo )

Ripieno

  • 400 gbaccalà dissalato

per friggere

  • (olio di semi di arachide)

Preparazione delle pizzette di baccalà fritte

  1. Per iniziare occupatevi di lessare il baccalà che deve essere già dissalato.

    Mettete dell’acqua in una pentola sul fuoco, appena bollirà immergete il baccalà e lasciatelo cuocere per cinque minuti, una decina se i pezzi di baccalà sono spessi.

    Poi scolatelo per bene, fatelo raffreddare e pulitelo. Tagliatelo a pezzi.

    Nel frattempo occupatevi della pastella: In un contenitore sciogliete il lievito nell’acqua, aggiungete man mano la farina girando con una frusta a mano, infine aggiungete il sale, poco mi raccomando perché il baccalà è già abbastanza saporito di suo, dovrete ottenere una pastella densa e omogenea.

    Mettete a lievitare la pastella in luogo asciutto e ben sigillata fino al raddoppio.

    Trascorso il tempo di lievitazione, sarà tutto pronto per la frittura.

    Riscaldate abbondante olio di semi in una padella dai bordi alti e quando è ben caldo versatevi la pastella con un pezzettino di baccalà all’interno aiutandovi per questa operazione con un due cucchiaini bagnati con olio.

    Friggete le frittelle fino a doratura, girandole durante la cottura. Man mano che sono pronte trasferite le frittelle in un contenitore con della carta da cucina per fare assorbire l’olio in eccesso.

    Servite ben calde e se piace aggiungete un poco di pepe.

L’impasto base delle zeppole napoletane si presta bene anche ripieno con pezzetti di cavolfiore, fiori di zucca, broccoli.

Seguimi su Facebook, su Instagram, su Pinterest e sul canale You tube.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.