Pasta alla genovese di polpo

Pasta alla genovese di polpo

Pasta alla genovese di polpo una deliziosa variante della classica genovese con carne. La genovese è un classico della cucina napoletana, un piatto a base di cipolle fatte cuocere per circa tre, quattro ore fino a consumarsi. Diciamo non proprio dietetico e digeribile, ma in compenso buonissimo. Ho mangiato la genovese di polpo in diversi ristoranti, me ne sono subito innamorata, per cui ho deciso di mettere a punto la ricetta. Se amate i sapori forti questo piatto fa al caso vostro. A voi gli ingredienti e i passaggi.

pasta con genovese di polpo
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:3 ore e 1/2 minuti
  • Porzioni:8
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • Polpo grande ((del peso di circa 1 kg 200)) 1
  • Cipolle dorate 2 kg
  • Carote 2
  • gambo di sedano 1
  • Scalogno 1
  • Pomodorini 5
  • Vino bianco q.b.
  • Olio extravergine d’oliva 90 ml
  • Sale q.b.
  • Basilico alcune foglia
  • Pasta (formato rigato) 650 g

Preparazione

  1. Pasta con genovese di polpo

    Lavare bene il polpo, pulirlo con cura e tagliarlo con un coltello affilato a pezzi non troppo piccoli.

    Pulire, lavare e tagliare con cura le cipolle a fette molto sottili.

    Sminuzzare le carote con il gambo di sedano e lo scalogno.

    Mettere questo misto in un tegame ampio dai bordi alti, aggiungere l’olio e far rosolare a fiamma bassa.

    Aggiungere il polpo a pezzi e farlo insaporire un paio di minuti nel soffritto.

    Aggiungere un goccio di vino bianco e continuare la cottura ancora pochi minuti con coperchio. A questo punto noterete che anche il polpo ha rilasciato la sua acqua di cottura, a questo punto è il momento di aggiungere le cipolle e i cinque pomodorini tagliati.

    Coprire con coperchio e proseguire la cottura a fiamma moderata, girando di tanto in tanto il sugo.

    Proseguire la cottura con coperchio per circa due ore e mezza, poi senza coperchio far asciugare tutto il liquido in eccesso.

    Il risultato deve essere di un colore dorato, le cipolle si devono consumare.

    Regolare di sale.

    Far cuocere la pasta al dente, poi farla saltare e mantecare con il sugo alla genovese aggiungendo se gradite alcune foglie di basilico tritato.

    Servire con una spolverata di pepe.

Note

Se avete dell’acqua di cottura di vongole o cozze, potete aggiungerne un pochino in cottura per dare più sapore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.