Chi sono

Pane come quello del fornaio

La ricetta di oggi è del Pane come quello del fornaio. Vi è mai capitato di passare nei pressi di un fornaio e sentire quel profumo invitante di pane che impregna l’aria? e di volere che quello splendido e invitante profumo ci sia anche a casa nostra? Bene oggi si può fare in una maniera molto semplice con il nuovo “Lievito per pane” PANEANGELI che conferisce al pane fatto in casa tutto il sapore del pane di una volta, si tratta di lievito di birra arricchito con pasta madre essiccata, e si mantiene buono e morbido anche il giorno dopo. Appena sfornato la crosta è croccante e l’interno è morbido, Provare per credere!!!!

pane foto

 

 

INGREDIENTI

200 gr di farina manitoba (io marca Lo conte)

300 gr di farina 00 (io marca divella)

1 bustina di “lievito per pane paneangeli”

10 gr di zucchero

2 cucchiai di olio evo

300/350 ml di acqua tiepida

1 cucchiaino colmo di sale

 

PROCEDIMENTO

Setacciare le farine nella ciotola dell’impastatrice, mescolare il lievito per pane, aggiungere al centro lo zucchero e l’olio, e poco alla volta l’acqua, (le mie farine hanno richiesto 350 ml di acqua) avviare l’impastatrice con il gancio ed impastare a bassa velocità, aggiungere il sale ed impastare per circa 15 minuti.

Per chi impasta a mano, lavorare l’impasto sul piano del lavoro infarinato per almeno 15 minuti, allargando l’impasto con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo.

Coprire la ciotola contenete l’impasto con pellicola e lasciar lievitare fino al raddoppio, poco più di un’ora.

Stendere l’impasto in una sfoglia 60×40.

pane1

 

Arrotolare dal lato più corto, porre il rotolo ottenuto in una teglia ricoperta di carta da forno e spennellare con olio evo. Porre nuovamente a lievitare in forno con luce accesa fino al raddoppio. Poi infarinare il rotolo e praticare dei tagli obliqui con un coltello affilato.pane 3

Infornare in forno preriscaldato a 190° ventilato nella parte media per circa 30 minuti. Se si utilizza statico a 200°.

pane4

 

La foto dell’interno, o meglio di quel che è rimasto i miei figli lo hanno divorato!!!!!

pane foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.