Lo yogurt fatto in casa è uno dei miei cavalli di battaglia, ormai sono vari anni che lo faccio, da quando l’ho preparato la prima volta, è sempre riuscito bene cioè bello denso e poco acido.

Io per mettere in incubazione lo yogurt adopero la yogurtiera con spegnimento automatico che ho avuto la fortuna di poter comprare per pochi euro in un negozio dei mercatini dell’usato, devo dire che mi trovo veramente bene, carico le ore di riposo e alla scadenza, si spegne da sola.

Per chi vuole provare a riprodurre lo yogurt fatto in casa senza la yogurtiera può seguire questa discussione  da qui sono partita io, o se no questa  di cui ho preso molti consigli mettendo in pratica tutto quello che ho letto.

yogurt-fatto-in-casa

Yogurt fatto in casa

Ingredienti:

  • 1 litro di buon latte intero pastorizzato (io Alta Qualità) con la scadenza più lunga
  • 1 vasetto di yogurt bianco naturale (io Kir compatto) con la scadenza più lunga

Che cosa occorre:

  • una pentola in acciaio con doppio fondo
  • un cucchiaio
  • un mixer a immersione
  • un termometro da cucina (io il mignolo della mano)

Iniziamo subito con il procedimento per lo yogurt fatto in casa

.

Mettere il latte dentro una pentola abbastanza capiente e portare a bollitura

Sobbollire per una decina di minuti a fuoco dolce mescolando in continuo con un cucchiaio.

La bollitura prolungata serve per togliere la parte liquida dal latte per renderlo più denso, più sarà il tempo e più compatto sarà.

Una volta bollito il latte immergere il mixer e omogenizzare per un minuto, questa operazione serve per rompere le particelle di grasso e così lo yogurt sarà più cremoso.

Raffreddare immediatamente il latte per non avere contaminazioni esterne mettendolo a bagnomaria con acqua gelata

Portarlo a 40/45 gradi, se non si ha un termometro da cucina, immergere il mignolo per tre secondi nel latte e se non brucia più quella è la temperatura giusta.

A questo punto aprire il vasetto di yogurt già a temperatura ambiente, mettere due cucchiai di latte nella crema e amalgamare poi versare tutto lo yogurt nel latte, mescolare bene

yogurt-fatto-in-casa

1)distribuire subito nei vasetti sterilizzati e asciutti, riporli nella yogurtiera senza i coperchi

2)coprire con il coperchio della yogurtiera, caricare dalle 3 alle 6 ore, accendere l’apparecchio e mettere a riposare lo yogurt.

Più lunga è la fermentazione e più acido sarà lo yogurt, il gusto è molto personale.

3)Dopo circa tre ore (tempo minimo) controllare con un cucchiaino la consistenza del latte, se si è addensato, spegnere.

4)Io l’ho messo per 5 ore e alla mattina era bello denso.

Sotto al coperchio della yogurtiera si troverà del vapore acqueo segno che ha funzionato bene.

 lo yogurt fatto in casa

risulta bello denso e compatto.

Chiudere i barattolini con il loro coperchio e riporli in frigo per almeno 18 ore prima di consumarlo.

Come prima volta si parte sempre con uno starter che può essere uno yogurt comprato o i fermenti lattici liofilizzati che si trovano in farmacia, in seguito si adopererà un vasetto di quello che abbiamo fatto noi.

Buona produzione a tutti! Io ho gustato il mio yogurt fatto in casa con del miele ma si può accompagnare anche con della marmellata, frutta frullata o a pezzetti, con i cereali, con scaglie di cioccolato o al naturale…avrete solo l’imbarazzo della scelta.

Grazie per essere passati a trovarmi, se vi piace la ricetta cliccate mi piace. Vi aspetto anche nella mia pagina Facebook dove troverete altre ricette e non solo…

 

 

 

 

(Visited 1.817 times, 1 visits today)

4 Comments on Yogurt fatto in casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.