Vuolsi così colà dove si puote

L’espressione completa è “vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole, e più non dimandare” che significa “questa è la volontà di chi detiene il potere, non chiedere altro”, in genere si menziona solo il primo verso.
Sono versi danteschi della Divina Commedia, citati da Virgilio per placare gli spiriti maligni che manifestano irritazione al transito suo e, soprattutto, di Dante che è una persona vivente.
L’accettazione da parte dei dannati del transito dei due passanti dopo questa citazione esorcista, indica la loro remissione alla legge divina.
Nel linguaggio comune l’espressione viene usata per sottolineare l’inutilità di opporsi a un ordine superiore, di voler modificare una disposizione stabilita da chi ha il potere ultimo di decisione, contro il quale ogni reclamo è vano.

http://catapultainfernale.myblog.it/media/01/02/56714568.jpg

 

Leggi anche:

12,427 Visite totali, 15 visite odierne

Precedente Mala tempora currunt Successivo Menare il can per l'aia

Un commento su “Vuolsi così colà dove si puote

  1. Pingback: Vuolsi così colà dove si puote | Orme dell'Anima #Golosa...Mente!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.