TRA VECCHIO E NUOVO

Questo è un breve racconto scritto da me, ispirato ad una poesia che il mio professore di italiano amava tanto.

Spero vi piacerà!

Buona lettura!

Licenza Creative Commons

All content Copyright Orme dell’Anima©

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta dell’autrice del blog: Princess

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Eccolo.

Passeggiava per i vicoli della città con un lungo, pesante impermeabile addosso, procedeva a passo lento, era stanco, ma lassù in fondo alla via qualcuno l’attendeva…

Il cielo era illuminato a giorno da rumorose e zampillanti lacrime colorate che assomigliavano a dei bellissimi fiori che sbocciano.

” Ma no, non sono lacrime, sono stelle cadenti stanche anche loro di starsene appese lassù da così tanto tempo… C’è un’età per ogni cosa dopotutto, anche la mia è giunta sulla soglia “, pensò.

Si frugò nelle tasche ed estrasse un cartellino.

D’improvviso un fiume di ricordi inondò la sua mente e non riuscì ad arginarli!

Ricordava ogni singolo istante di attività svolta, e quel primo giorno quanto gli faceva paura!

Sembrava ieri eppure era trascorso del tempo da allora e adesso quel cartellino doveva passare a qualcun altro.

Una lacrima si affacciò sul suo viso e restò sospesa lì a mezz’aria incerta se scendere giù oppure no.

Il vento portava con sé suoni di risate e grida di gioia, dalle case illuminate e addobbate a festa fuggiva furtivo nei vicoli vicini l’odore di pietanze deliziose.

Si sarebbe volentieri fermato a sbirciare ad una di quelle finestre, ma non poteva far tardi: c’era chi lo aspettava.

L’aria gelida della notte gli attraversò i capelli che odoravano di fumo dei camini.

D’ un tratto Il suo passo divenne claudicante: “Ma quant’ è lunga questa via?” disse ansimando.

Poi lo vide: un timido giovinetto proprio come lo era lui, gli sorrise “Salve sei tu quello nuovo, vero?”

“Si sono io” rispose il giovane con voce incerta.

” Ecco questo ora è tuo” gli disse il vecchio dal lungo impermeabile mentre gli porgeva il cartellino con mano tremante “da oggi entri in servizio al posto mio”.

il giovane lo fissò intimorito, poi, prese il cartellino tra le mani ” Prima di andare ha per caso dei consigli da darmi?” chiese, il vecchio  scosse la testa ” Non ti servono consigli ragazzo, imparerai giorno per giorno” così dicendo si voltò e con passo silenzioso spari nella notte buia.

Il giovinetto restò per un secondo a fissare il cartellino, poi si fece coraggio.

” È un duro lavoro ma qualcuno dovrà pur farlo!” disse e s’incamminò…

E ancora su, per quei percorsi tortuosi, per quelle vie illuminate, prosegue imperterrito l’eterno ripetersi del vecchio che va e del nuovo che viene.

(Tutti i Diritti d’autore riservati©)

Un mio professore di italiano mi raccontava spesso di una poesia che lo aveva particolarmente colpito: parlava dell’anno vecchio, che in questa poesia veniva descritto come un triste vecchietto, che lasciava il suo posto ad un fanciullino, che ovviamente rappresentava l’anno nuovo.

Questa poesia aveva un non so che di malinconico secondo il prof perché se, da una parte, il nuovo anno sostituisce ciò che è stato e quindi è una sorpresa tutta da vivere e scoprire, resta, però, quel sapore amaro di quando si saluta qualcosa di certo per entrare in una nuova “porta” che conduce all’ignoto e l’ignoto, si sa, mette sempre un po’ di paura.

E’ nella nostra natura umana temere ciò che non si conosce, ma l’ignoto non è qualcosa di negativo: è solo NUOVO, e nel nuovo c’è sempre del positivo.

Mentre il timido giovinetto si prepara a dare il cambio al vecchio dal lungo impermeabile vorrei dire grazie a quel vecchietto per tutto ciò che di buono ha portato, con l’augurio che questo giovinetto svolga bene il suo servizio e ci regali tanta gioia e serenità!

 

Buon anno a tutti!!!!!

Grazie di cuore a Tutti Voi Lettori per avermi regalato il Vostro tempo!

Leggi anche:

533 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Alla tua salute! Successivo A cavallo tra due anni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.