Storia e ricetta dell’Agnellino in pasta di mandorle leccese

L’Agnellino in pasta di mandorle leccese anche chiamato nel dialetto “Lu Pecureddhu” è un tradizionale dolce salentino a base di pasta di mandorle che non può mancare nelle case salentine nel periodo Pasquale.
In particolare, il suo habitat sono le vecchie credenze a vetri, quelle che si aprono con la chiave, proprio dove le nostre nonne conservavano di tutto. Veniva chiamato anche “lu tuce de li signuri”, ovvero il dolce riservato ai signori, i ricchi di una volta.
L’utilizzo della pasta di mandorle era infatti specifico delle famiglie più ricche che preparavano, in occasione della Pasqua, dei banchetti particolarmente suntuosi, ed è prodotta ancora oggi in tante case del Salento.

 

 

Ma perché proprio l’agnello?
L’agnello è un animale comunemente associato alla tradizione cristiana, in particolare al periodo pasquale il quale accompagna diverse storie, sia nei testi biblici che nei ricettari particolari di tutto il mondo.
In questo caso la figura dell’agnello si sposa con la tradizione secolare della Regione Puglia nella preparazione dei dolci, la cui cultura è ricca per sapori e preparazioni uniche nel loro genere.

Per comprendere le origini di questo dolce pasquale bisogna giungere fino a Lecce, nello specifico nel monastero benedettino di San Giovanni Evangelista dove vivevano le suore evangeliste di clausura le quali, nel lontano ‘800, prepararono per la prima volta un agnello in pasta di mandorle, affascinante alla vista e, unico da assaporare.


Nel corso degli anni la ricetta è entrata di diritto nella tradizione culinaria regionale per fascino estetico e valore simbolico, un piatto di media difficoltà stimolante ai fornelli e meritevole di ogni fatica.

 

Questo tipico dolce della tradizione pugliese è da servire soprattutto in questo periodo pasquale, magari a tavola con la propria famiglia, anche se è subentrata nella nostra tradizione farlo recapitare come regalo di buon augurio.

 

Ed ecco due versioni di questa ricetta!
Le trovate 👉 QUI potete anche fare i dolcetti in pasta di mandorla anche detta “pasta reale” la ricetta la trovate QUI

Leggi anche:

 985 total views,  1 views today

Precedente #IORESTOACASA Successivo Un nuovo, bellissimo giorno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.