Racconto di Natale

Il Natale di una volta, sapeva di antico, la casa profumava di legna bruciata nel caminetto e di buccia d’arancia messa sul fuoco. La mamma preparava dei buoni dolcetti natalizi nella stufa, che riscaldava la casa piccina.

 

 

Nella stufa ardeva la legna, tra il tric e trac delle castagne messe sul fuoco e l’odore dei dolcetti messi nel forno.

 

 

Fuori era freddo e la pioggia batteva sui vetri, mentre la nebbia rivestiva il paesello: tutto era semplice e tutto era bello.

 

 

Poi, nella casa piccina, c’era l’alberello e la capanna con le lucette; e la nonna che raccontava le fiabe vicino alla fiamma del caminetto; come era bello stare accanto al fuoco e sentire le novelle di Natale che raccontava la nonna.

 

Tutto era semplice e tutto era bello, quando nella notte della vigilia, la mamma, prima di andare a letto, infilava un’altra legna nella stufa, perché diceva che doveva venire la Madonna ad asciugare i pannolini a Gesù Bambino.
Ritornare indietro vorrei, per rivivere la magica fiaba, del tempo che fu.

 

 

“Natale di una volta” Enza Lepore

Leggi anche:

214 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente La Storia di "Astro del Ciel" Successivo La renna Rudolph

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.