Quel fiore solo…

Spesso la diversità viene vista in modo negativo e così, si tende ad isolare chi si ritiene essere “atipico” nel comportamento, nel modo di pensare, nella fede che professa ecc…
Niente di più sbagliato!
La diversità è una ricchezza: ognuno di noi è diverso, unico a suo modo, nessuno di noi è mai la copia di un altro.
Un puzzle non è forse composto da pezzi diversi?

Un giorno, in un grande giardino in mezzo a tanti fiori colorati,era nato un fiore davvero strano: brutto e storto.
Tutti gli altri fiori dicevano che era il più brutto fiore fra tutti e nessuno voleva stargli vicino.
Il povero fiore, triste e solo, soffriva, ma non si lamentava mai.
Trascorreva le sue giornate a guardare il sole nel cielo.

http://www.pausacaffe.net/wp-content/uploads/2014/04/sole-milano-meteo-previsioni-di-oggi.jpgGli piaceva così tanto il sole che, per cercare di avvicinarsi a lui, si era allungato molto.
Quando il sole si spostava, anche il fiore lo seguiva girando la sua corolla.
Un giorno il sole si accorse di quel fiore solo e triste che lo guardava sempre, decise di conoscerlo e gli si avvicinò.

Dopo aver ascoltato la triste storia del fiore, il sole decise di aiutarlo e con i suoi raggi splendenti abbracciò il fiore, che si accese subito di un bel giallo vivo e sembrava essere quasi d’oro.
Da quel giorno il fiore diventò il più alto e il più bel fiore fra tutti quelli del giardino.
Diventati amici, il sole decise che meritava un nome speciale e così, da quel giorno, venne chiamato girasole.

 

http://www.drogbaster.it/sfondi_natura/slides/girasole.jpg

Leggi anche:

2,267 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Beta-carotene a cosa serve? Successivo ...Come le mele...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.