#MaschereDiCarnevale: Brighella

Brighella è una maschera bergamasca che fa la sua comparsa nel secolo XVI. Secondo la tradizione è originario di Bergamo Alta e vive nei quartieri più ricchi.
Rappresenta il servitore intrigante e dispettoso e nelle commedie è spesso in contrasto con Arlecchino, risultando superiore a lui in furbizia e scaltrezza.
Non c’è volta che non si beffi del suo padrone, di solito impersonato da Pantalone.
Possiede abilità nel cantare, suonare e ballare e si dichiara sempre pronto a servire con astuzia chi lo paga meglio! Il suo nome deriva dal verbo “brigare” che significa darsi da fare per ottenere qualcosa anche mediante intrighi.
Vivace e insolente con le donne,è sempre pronto a litigare.
La figura del servo astuto e faccendiere è molto diffusa nella Commedia dell’Arte ma trae le sue origini addirittura dal teatro dell’antica Grecia. Brighella, quando ben pagato, mette a disposizione dei propri padroni tutte quelle doti che lo rendono adatto a sbrigare le faccende più meschine poiché è in grado di insinuarsi dappertutto conquistandosi la fiducia necessaria per agire indisturbato.

Leggi anche:

599 Visite totali, 2 visite odierne

Precedente Le mascherine Successivo #MaschereDiCarnevale: Coviello

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.