La storia di Arlecchino

C’era una volta,un bambino molto povero chiamato Arlecchino, che viveva con la sua mamma in una misera casetta. Arlecchino andava a scuola e, per Carnevale, la maestra organizzò una bella festa e propose a tutti i bambini della scuola di vestirsi in maschera. I bambini accolsero l’idea con molto entusiasmo, parlavano dei loro vestiti coloratissimi e bellissimi. Arlecchino, solo, in disparte, non partecipava all’entusiasmo generale e stava zitto, zitto, in un angolino. Sapeva che la sua mamma era povera e non avrebbe mai potuto comprargli un costume per quell’occasione!

Ma, agli altri bimbi dispiacque vedere Arlecchino tanto triste, così ciascuno di loro decise di portargli un pezzetto di stoffa avanzata dai loro costumi colorati. La mamma di Arlecchino lavorò tutta la notte, cucì fra loro tutti i pezzi diversi e ne fece un abito.

Al mattino, Arlecchino trovò un bellissimo abito di colori diversi. La mattina del martedì grasso, alla festa della scuola, quando Arlecchino entrò in classe, tutti lo accolsero con un fragoroso applauso, perché il suo vestito, non solo era il più bello, ma anche il più originale.

Leggi anche:

1,387 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Il Carnevale di Notting Hill Successivo Perché festeggiamo San Valentino?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.