L’ Anturio

L’anturio, meglio conosciuta come anthurium, è una famosa pianta originaria delle foreste pluviali del Centro e del Sud America, molto apprezzata per i suoi fiori particolarmente decorativi. Nei nostri paesi è curata principalmente come pianta d’appartamento e amata per l’eleganza delle spate e delle foglie. Il nome deriva dal termine greco composto da “ánthos”, cioè “fiore” e “ourá”, ossia “coda”, facendo riferimento allo spadice longilineo che caratterizza l’infiorescenza.
La caratteristica principale della pianta è la foglia cuoriforme.

 

 

 

Infatti, il famoso fiore dell’anthurium è un’infiorescenza.
Esso si divide in due parti: la spata è la parte colorata, che trae origine da una foglia coriacea che nell’evoluzione, ha modificato la sua finalità e ora serve a proteggere lo spadice e ha diverse colorazioni come il bianco, il rosso, l’arancione, il giallo e il rosa; il suo colore è molto brillante; lo spadice è la parte eretta del fiore, leggermente squamosa e spugnosa, un cilindro di colore bianco o giallo pallido, su cui sbocciano i veri, piccoli fiori.
L’insieme dà origine a un’infiorescenza molto appariscente.
In natura, vive nelle foreste pluviali, all’ombra dei grandi alberi, riparandosi tra i rami.
Il significato dell’anthurium, nel linguaggio dei fiori, lo si evince dalla grande foglia rossa a forma di cuore: esso è, infatti, associato da sempre ai più elevati sentimenti quali l’amore e l’amicizia.

 

Regalare, l’anthurium a una persona cara, in occasione di una ricorrenza speciale, significa esprimere in modo semplice e diretto un sentimento forte, sincero e puro.
Negli ultimi decenni, è un fiore molto gradito come dono natalizio, grazie al suo colore rosso vivace ben rappresenta il Natale insieme alla stella di Natale e all’abete.

Leggi anche:

1,520 Visite totali, 2 visite odierne

Precedente Pronti per la super Luna? O meglio, per 3 super lune? Successivo Il mirtillo rosso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.