Il riposo di Augusto

Ferragosto, dal latino Feriae Augusti = vacanze
o riposo di Augusto (15 Agosto) in questo giorno la Chiesa Cattolica
festeggia la Dormizione (dal latino dormitio è utilizzato da alcuni teologi per definire la condizione di Maria, che cade in un sonno profondo anziché morire, per poi venire assunta in Cielo) o Assunzione della Madonna.
Una festa antichissima
Nel 18 a.C. l’imperatore romano Ottaviano,proclamato Augusto

(ossia venerabile e sacro) dal senato romano, dichiarò che tutto
il mese di agosto sarebbe stato festivo e dedicato alle Feriae Augusti,
una serie di celebrazioni solenni, dedicate alla dea Diana
signora delle selve, protettrice degli animali selvatici, custode delle fonti
e dei torrenti e protettrice delle donne (era la celebrazione più importante
e cadeva il 13 di Agosto) che si aggiungevano ai
Vinalia rustica o Consualia celebrazioni cadenti nello stesso mese,
dedicate al dio Conso divinità del seme del grano e a Opi divinità della terra e dispensatrice dell’abbondanza agraria.(Opiconsiva, la festa
cadevail 25 del mese) in questo modo chi aveva coltivato
la terra nei mesi precedenti poteva riposarsi (nel giorno di Ferragosto i lavoratori ricevevano una mancia dal padrone, gratifica che nel Rinascimento venne resa obbligatoria per decreto pontificio).
Durante il fascismo
Nel periodo di Ferragosto il regime organizzava, attraverso
le associazioni dopolavoristiche delle varie corporazioni,
centinaia di gite popolari,grazie all’istituzione dei “Treni popolari di Ferragosto”,con prezzi fortemente scontati, in questo modo anche
le classi sociali meno abbienti potevano visitare le città italiane o raggiungere le località marine o di montagna.
In cucina…
I piatti tipici del giorno di Ferragosto
variano di Regione in Regione:
Stresa (Piemonte) : margheritine di
Stresa (prendono il nome dalla regina
Margherita a cui furono offerti)
Appennino tosco-emiliano: il biscotto di
mezz’Agosto,lo zuccherino
montanaro bolognese
Toscana: piccione arrosto.
Roma: fettuccine ai fegatelli,
pollo in umido con peperoni,
cocomero freddo.
Puglia: spaghetti o fettuccine
con le cozze,parmigiana di
melanzane,frittura di mare.
Sicilia: gelu di muluna= gelo di melone
(dolce a base di anguria)
http://i593.photobucket.com/albums/tt19/gabri1954/SMILE%20-%20EMOTICON/2204993013_11.gif

 

Leggi anche:

1,587 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente La notte dei desideri Successivo Barbabietole: le proprietà

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.