Il primo volo dei fratelli Wright

#AccaddeOggi 8 Agosto 1908

Primo volo in pubblico dei fratelli Wright: Di fronte allo scarso interesse dell’esercito americano e alle accuse di bluff da parte della stampa europea, i fratelli Wright guardano al vecchio continente per lanciare le loro macchine volanti, dopo il primo storico volo del 17 dicembre 1903. La prima nazione ad accoglierli è la Francia, dove c’è grande entusiasmo per l’aviazione legato a grandi pionieri come Louis Bleriot (sarà ricordato per la prima trasvolata sulla Manica). È qui che avviene la loro prima dimostrazione in pubblico.

 

Nel pomeriggio di domenica 8 agosto 1908, Wilbur Wright, in abito grigio elegante e con un berretto da golf, si alza in volo per un minuto e 45 secondi sull’ippodromo Hunaudières (città di Le Mans). Il pubblico rimane stupito dalla grande padronanza del mezzo dimostrata da Wilbur e dalla grazia delle virate compiute.

 

Il prototipo utilizzato, il Wright Model A, è l’evoluzione dello storico Flyer e diventerà in seguito il primo modello di aereo ad essere prodotto in serie. Si tratta di un biplano canard con un solo motore che alimentava due eliche controrotanti. Costruito in legno e con le ali ricoperte di tela, rispetto al Flyer è progettato per trasportare due persone con un doppio sistema di gestione dei controlli.

 

Un modello simile sarà utilizzato, a settembre dello stesso anno, negli Stati Uniti, dall’altro fratello Orville, che eseguirà il primo volo della durata di un’ora. Nel tour europeo la seconda tappa sarà l’Italia (aprile 1909).Il successo delle dimostrazioni in pubblico permetterà ai Wright di firmare vantaggiosi contratti per la produzione di aerei sia in Europa che negli Usa. Simbolo degli albori dell’aviazione, il Model A è conservato (ultimo esemplare sopravvissuto) al Deutsches Museum di Monaco di Baviera.

 

Leggi anche:

 10,103 total views,  1 views today

Precedente Il primo videogioco domestico Successivo L' Inizio dei lavori della Torre di Pisa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.