Estate

Improvvisamente fu piena estate.
I campi verdi di grano, cresciuti e
riempiti nelle lunghe settimane di piogge,
cominciavano a imbiancarsi,
in ogni campo il papavero lampeggiava
col suo rosso smagliante.

http://www.omero.it/media/79/20090621-5.%20Papaveri.Cielo%20grigio.jpg

 

La bianca e polverosa strada maestra era arroventata,

http://4.bp.blogspot.com/-CgVo8XjA_DE/UABJzSjtG9I/AAAAAAAACLg/FVlqlqHbJcM/s1600/Grano+ritorno+di+fiamma+2012.jpg
dai boschi diventati più scuri risuonava più spossato,
più greve e penetrante il richiamo del cuculo,
nei prati delle alture, sui loro flessibili steli,
si cullavano le margherite e le lupinelle,

http://thumbs.dreamstime.com/x/campo-della-pratolina-della-margherita-11911308.jpg
la sabbia e le scabbiose, già tutte in pieno rigoglio
e nel febbrile, folle anelito della dissipazione
dell’approssimarsi della morte,
perché a sera si sentiva qua e là nei villaggi il chiaro,
inesorabile avvertimento delle falci in azione.

 

Hermann Hesse

Leggi anche:

1,529 Visite totali, 3 visite odierne

Precedente La #giornatamondialedelselfie Successivo L' Anguria

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.