Bicarbonato #dituttodipiù: Bucato in lavatrice

Il bicarbonato di sodio è un deodorante,un leggero disinfettante e un detergente naturale.
Aggiungendolo al bucato, puoi lavare gli indumenti in modo delicato, oltre a eliminare gli odori e le macchie difficili. Il suo uso è utile anche per ammorbidire i vestiti, aumentare la potenza del detersivo e mantenere brillanti i capi bianchi. Inoltre, aspetto altrettanto importante, permette alla lavatrice di restare pulita.

 

 

Un bucato migliore

Grazie alla sua capacità di portare il pH dell’acqua a livelli debolmente alcalini, il bicarbonato aggiunto al ciclo di lavaggio, ne migliora l’efficacia, esaltando l’effetto pulente del detersivo liquido. In generale, l’alcalinità accresce la repulsione tra lo sporco e le fibre dei tessuti su cui si è depositato ed è per questa ragione che i detersivi in polvere contengono il carbonato di sodio più noto come Soda Solvay.(si tratta di: carbonato di sodio con purezza superiore al 99%), I detersivi liquidi normalmente non contengono alcali; ecco perché aggiungere un “alcale” durante il lavaggio permette al detersivo di lavorare meglio.

 

Ma un’eccessiva alcalinità può rivelarsi dannosa per i tessuti delicati. Il Bicarbonato, grazie alla sua debole alcalinità, è ideale per il lavaggio di questi capi.

 

 

L’efficacia deodorante del Bicarbonato,come detto, si manifesta già durante il lavaggio, ma è ancora più forte se lo aggiungi durante il risciacquo. In questo modo puoi eliminare anche gli odori che persistono dopo il lavaggio.

 

Alcune lavatrici, però, non permettono di aggiungere polveri durante le fasi di risciacquo o candeggio. In tal caso, si può ovviare al problema mettendo il bicarbonato direttamente nel cestello.
Durante il ciclo di lavaggio o prelavaggio aggiungi un cucchiaio (25 g) di bicarbonato insieme all’abituale detersivo liquido per ottenere un migliore effetto pulente. Durante il ciclo di risciacquo aggiungi un cucchiaio (25 g) di bicarbonato per neutralizzare odori sgradevoli e persistenti da indumenti e biancheria.

NOTA BENE:

Mai usarlo per lana e seta in quanto queste ultime sono molto sensibili agli alcali e vanno lavate con detersivi appositi (che, solitamente, sono leggermente acidi anziché basici, proprio per rispettarne la delicatezza).

Via gli odori da indumenti e calzature

Al contrario dei prodotti profumati, il bicarbonato non copre la puzza, ma la neutralizza, lasciando il bucato fresco e deodorato. Il bicarbonato di sodio è quindi l’ideale per lavare i capi sportivi dopo un’intensa attività fisica o vestitini e lenzuola dei neonati.
I subacquei usano solo acqua e bicarbonato per rinfrescare le mute.

 

 

La microfibra può presentare un inconveniente, soprattutto per chi la indossa per fare sport: l’odore non sempre gradevole, talvolta persiste anche dopo un lavaggio accurato.
Per risolvere questo problema, il segreto è aggiungere l’equivalente di due cucchiai (50g) di bicarbonato in lavatrice o nel bucato a mano, all’acqua del risciacquo.
Il bicarbonato è inoltre un ottimo alleato per eliminare l’odore di sudore da qualsiasi indumento. Dopo l’allenamento in palestra non hai tempo per passare subito al lavaggio, oppure vuoi aspettare che la lavatrice sia a pieno carico? (ottima mossa “ecologica”) Spargi una manciata di bicarbonato direttamente nel cesto del bucato o in quello della lavatrice, per tenere qualsiasi odore sotto controllo.

Il tuo top preferito è impregnato di fumo da sigaretta?

Prima del consueto lavaggio, immergilo in acqua e Bicarbonato  (1 cucchiaio), e lascialo in ammollo per una quindicina di minuti;

Odore di benzina sugli indumenti?
Mettili in un sacchetto e cospargili di Bicarbonato ; lascia agire per qualche giorno, poi lava come d’abitudine.

Se non puoi procedere subito al lavaggio di un capo dall’odore “molesto”, spargi abbondante Bicarbonato nel cesto del bucato.

 

 

L’uso frequente delle calzature sportive può portare alla formazione di cattivi odori, dovuti ai batteri che proliferano sui residui di sudore accumulatisi a causa della scarsa traspirazione. Prima di perdere la speranza e pensare ad un nuovo acquisto… prova a rinfrescarle con il bicarbonato!
Dopo aver controllato la resistenza dei colori e rimosso le stringhe, lava le scarpe “incriminate” in lavatrice, e aggiungi 1 cucchiaio di bicarbonato all’acqua del risciacquo. Se vuoi lavarle a mano, aggiungi la stessa dose nell’acqua del risciacquo, e lasciale in ammollo anche per una notte intera;
puoi procedere anche ad una pulizia “a secco”, cospargendo l’interno delle scarpe con il bicarbonato e lasciandolo agire anche per 24 ore. Poi scuotile per rimuovere la polvere;
per assorbire il sudore del piede, puoi cospargere l’interno delle scarpe o delle calze con un velo di polvere. In questo modo il piede starà più fresco e l’azione anti-odore sarà ancora più efficace; per deodorare efficacemente le calze utilizzate per lo sport (ma anche le calze normali, perché no?), aggiungi in lavatrice 1 cucchiaio (25g) di bicarbonato all’acqua del risciacquo.
I consigli:

1 cucchiaio (25g) di bicarbonato , aggiunto all’acqua del risciacquo di calze e scarpe, a mano o in lavatrice; oppure a secco, sparso all’interno di calze o scarpe.

 

 

I calzari interni degli scarponi da sci possono diventare un “terreno di coltura batterica” ideale, favorendo a volte anche l’insorgenza di funghi, così è necessario farli asciugare e deodorare perfettamente tra una calzata e l’altra.
Diventa “obbligatorio” chiamare in causa il bicarbonato con le sue “magiche” proprietà.

Ecco come fare: al termine della giornata di sci rimuovere il calzare degli scarponi per consentire all’umidità di evaporare più facilmente, poi togliere la suoletta, cospargere l’interno con abbondante bicarbonato e lasciarlo agire tutta la notte prima di rimuoverlo.

Per una maggiore efficacia si può miscelare il bicarbonato con acqua fino ad ottenere una pasta consistente, spalmarla sulla suoletta tolta in precedenza e lasciarla asciugare. Il mattino successivo si può rimuovere lo strato di pasta ormai asciutta con una spazzola prima di reinserire la suoletta nel calzare.

 

Via le macchie

Ecco un suggerimento per aver cura dei capi macchiati con un prodotto naturale, delicato e al contempo efficace: il bicarbonato.
Il bicarbonato è utile anche nel pre-trattamento delle macchie ostinate, come il grasso, il catrame o l’erba ma anche inchiostro e profumo.- inconvenienti molto comuni dopo una giornata in sella alla mountain bike.
Basta applicare un impasto di acqua e bicarbonato sulla macchia (3 parti di polvere e 1 d’acqua) e sfregare bene (provare prima la resistenza dei colori su una porzione di tessuto non visibile).
Se la macchia è particolarmente ostinata, l’impasto andrà lasciato agire per qualche tempo (2-3 ore) prima del lavaggio.

 

Se la macchia è fresca, è sufficiente bagnarla con acqua fredda, aspettare qualche minuto poi cospargerla con il bicarbonato e lasciare agire per almeno un’ora prima di lavare l’indumento in lavatrice; se invece la macchia è ormai secca, la procedura è appena un po’ più lunga. Anche qui si stende l’indumento sul tavolo, si bagna la macchia con dell’acqua fredda e si lascia agire per qualche minuto. Nel frattempo si stempera il bicarbonato, sempre in acqua fredda, fino a ottenerne una pasta morbida che verrà poi spalmata sul tessuto macchiato. Si lascia asciugare e poi si spazzolano via i residui prima di lavare in lavatrice. In caso di macchie più difficili il procedimento può essere ripetuto più volte. Il risultato è assicurato.


Contrastare la formazione del calcare.
Grazie alla sua capacità di addolcire l’acqua, il bicarbonato contrasta la formazione del calcare, impedendo che si depositi sui tessuti e sulle pareti della lavatrice. E’ buona norma, quindi, effettuare periodicamente (una volta al mese) un lavaggio a vuoto con mezza tazza (150 g) di bicarbonato. Inoltre, è un prodotto conveniente, non irritante per la pelle e che non lascia residui.

 

Il bicarbonato  è una sostanza d’origine minerale, completamente solubile; quindi, non lasciando residui, rispetta l’ambiente.

 Consigli utili per risparmiare

-Non è necessario utilizzare temperature elevate per avere un bucato pulito: oggi molti detersivi funzionano anche alle basse temperature. Se poi utilizzi il bicarbonato  per potenziarne l’effetto, questo si traduce in un notevole risparmio di energia (e una bolletta meno salata!).
-Cerca di far partire la lavatrice sempre a pieno carico: molti apparecchi consumano la stessa quantità d’acqua e corrente anche se sono pochi gli indumenti da lavare.

Leggi anche:

5,303 Visite totali, 7 visite odierne

Precedente Frittura e Panatura: metodi e consigli Successivo Una scatola piena di...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.