Amuchina fatta in casa, la ricetta

E’ introvabile in farmacia e nei supermercati,e, quando c’è, ha dei prezzi improponibili!

Ecco la ricetta dell’Oms per fare l’amuchina a casa.

Ingredienti:

833 ml di alcol etilico al 96%

42 ml di acqua ossigenata al 3%

15 ml di glicerina (glicerolo, acquistabile in farmacia a pochi euro) al 98%

acqua distillata oppure acqua bollita e raffreddata fino ad arrivare ad 1 litro

Preparazione:

Versate  l’alcol, aggiungete l’acqua ossigenata, la glicerina e l’acqua distillata e, infine mescolate.

In alternativa all’acqua distillata utilizzate l’acqua del rubinetto, precedentemente bollita e poi raffreddata.

La soluzione non va ingerita, deve essere conservata fuori dalla portata dei bambini ed è infiammabile: una volta pronta, etichettate la soluzione indicando la data di preparazione e gli ingredienti.

Strofinate per almeno 30-40 secondi la soluzione spruzzata sulle mani fino a quando non diventano asciutte.

Evitate il contatto con gli occhi.

Utilizzate la soluzione per pulire superfici.

Conservate il prodotto in bottiglie di plastica o di vetro, da tappare bene.

 

 

Approfindiamo…
Per essere realmente efficace l’alcol etilico non va usato puro, ma diluito in acqua in percentuale non inferiore al 75% e su mani pulite, prive di incrostazioni di qualsiasi tipo o strati di unto, e asciutte. Nella ricetta dell’Amuchina fatta in casa è presente anche la glicerina, perché serve ad aumentare la densità del prodotto evitando che scivoli via dalle mani. L’acqua ossigenata, infine, serve ad eliminare eventuali spore batteriche non uccise dall’alcol.
Il Ministero della Sanità specifica che, per una corretta igiene delle mani, è indispensabile lavare spesso le mani, almeno per 40-60 secondi, o passare l’igienizzante (Amuchina o simili) per almeno 30-40 secondi. Si sconsiglia, inoltre, l’uso eccessivo di questi disinfettanti a base di alcol etilico che, con il tempo, seccano la cute e potrebbero favorire la resistenza nei batteri. Meglio lavare spesso le mani.

 

Leggi anche:

 388 total views,  1 views today

Precedente Il "Martedì grasso" Successivo La leggenda della Mimosa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.