Crea sito

CASSATA AL FORNO SICILIANA

Cassata al forno siciliana

La prima versione della cassata era proprio questa al forno e non quella più nota colorata e bellissima con il marzapane e la frutta candita. La cassata classica è quindi nata dopo di questa al forno che nacque quando in sicilia dominavano gli arabi. Il nome deriva dall’arabo: precisamente dal termine qas’at, cioè  “bacinella”, “catino”.  La cassata al forno è infatti un dolce che si fa con uno stampo rotondo e svasato di pasta frolla (come un guscio che racchiude la crema) ripieno di crema di ricotta e gocce di cioccolato e decorato  con zucchero a velo e cannella. Oltre la versione originale, solo pasta frolla come guscio che racchiude la crema di ricotta, c’è anche quella con il pan di Spagna posto tra i due ingredienti principali, pasta frolla e ricotta, che ha  la funzione di assorbire i liquidi della ricotta,

Un tempo, la cassata al forno era legata al solo giorno di Pasqua e di altre festività come il Natale, ma oggi viene ampiamente consumata in ogni occasione di festa.

Cassata al forno siciliana.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ingredienti per la pasta frolla

  • 450 gr di farina 00
  • 2 uova
  • 150 gr di zucchero semolato ( si puo’ utilizzare anche quello a velo)
  • 200 gr di strutto o di burro ( dev’essere freddo) Lo strutto la rende più friabile e morbida ma vi garantisco che con il burro sarà altrettanto buonissima.
  • scorza di un limone grattugiata
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la farcitura

  • 500 gr. di ricotta di pecora
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 80 gr di gocce di cioccolato fondente
  • un disco di pan di spagna da sbriciolare (ricetta clicca qui) oppure biscotti secchi ( q.b.)
  • zucchero a velo q.b.
  • 1 pizzico di sale

Per prima cosa fate gocciolare la ricotta fresca, basterà porla dentro uno scolapasta, posto in frigorifero per una notte oppure porla in un canovaccio e strizzarla perfettamente. Setacciatela in un colino a maglie strette e mescolatela con lo zucchero, aggiungete le gocce di cioccolato e lasciatela riposare in frigorifero. Si può preparare anche la sera prima e tenerla in frigo tutta la notte in un contenitore ermetico oppure in una ciotola di vetro coperta con della pellicola.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preparate la pasta frolla: Procedimento con la planetaria

Versate il burro, tagliato a pezzetti e la farina nella ciotola della planetaria, utilizzate lo strumento foglia, ed azionatela a velocità 2. Inizialmente vedrete un impasto abbastanza sabbioso. Adesso versate le uova, lo zucchero, la scorza del limone, il pizzico di sale e continuate ad impastare.
Quando l’impasto inizierà a prendere forma spegnete la planetaria, perchè l’impasto potrebbe diventare appiccicoso, e mettetelo su un ripiano. Continuate ad impastare create una palla ed alla fine schiacciate leggermente il panetto. Copritelo con della pellicola alimentare e tenetelo in frigorifero per 30 minuti circa per farlo riposare cioè per consentire al burro di solidificarsi e alla farina di perdere l’elasticità dovuta dall’aggiunta di liquidi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Procedimento senza planetaria

Se invece non avete la planetaria impastate su un ripiano mettendo la farina a fontana ed il burro, tagliato a pezzetti, non appena sarà diventato sabbioso create un buco al centro e versate lo zucchero, le uova, la scorza del limone ed il sale. Impastate e formate un panetto che coprirete con della pellicola alimentare e potrete mettere in frigorifero a riposare minimo 30 minuti.( potete prepararla anche il giorno prima).

Preparate il pan di spagna

Potete utilizzare qualsiasi ricetta voi abbiate di Pan di spagna, qui c’è la ricetta del mio pan di spagna clicca qui ( se fate il mio dimezzate le dosi perchè ne servirà solo un disco che poi sbriciolerete), ma in alternativa potete utilizzare dei biscotti da sbriciolare.

Tirate fuori dal frigorifero la pasta frolla, tagliatene un terzo, che terrete da parte, e con l’aiuto di un mattarello e due fogli di carta da forno assottigliate i due terzi, ma non troppo perchè sarà il guscio della cassata ( non meno di 5 mm).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Imburrate ed infarinate uno stampo adatto per la cassata di circa 23 cm di diametro ( è quello liscio a svasare) o da pastiera, in alternativa utilizzate qualsiasi stampo per torta meglio a cerniera imburrato ed infarinato. Con l’aiuto della carta da forno adagiate la pasta frolla sullo stampo e ricoprite la base ed i bordi. Togliete la carta da forno e fate dei buchi con i rebbi di una forchetta sulla base.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sbriciolate sopra la base metà del pan di spagna (o biscotti) e premete per bene verso il fondo affinchè aderisca sulla base.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prendete la ricotta e aggiungetela sopra il pan di spagna sbriciolato e coprite con un altro strato di pan di spagna.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chiudete la cassata con la pasta frolla, che era rimasta e tagliate i bordi.

Con la punta di un coltello, fate delle incisioni sulla copertura, serviranno per la cottura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 50-55 minuti circa o finchè non vedrete la frolla ben dorata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sfornate e fate intiepidire, consiglio di farla riposare per una notte.

Io l’ho sfornata, fatta intiepidire e dopo 30 minuti l’ho capovolta in un piatto da portata, giusto per farla staccare dallo stampo, ma prima di decorarla l’ho lasciata riposare tutta la notte coperta con lo stesso stampo sopra.

La mattina seguente, o giusto prima di servirla, decoratela con lo zucchero a velo secondo il disegno che più vi piace. Potrete semplicemente spolverarla con lo zucchero a velo senza seguire nessuna decorazione, oppure come ho fatto io ritagliate delle strisce di carta, 1 cm, e pogiatele metà sulla cassata in modo parallelo, e poi poggiate le altre perpedicolari (incrociate). Spolverate sopra la cassata lo zucchero a velo e con massima attenzione togliete una per una le strisce di carta avendo cura che lo zucchero a velo non cada.

La vostra cassata al forno siciliana è pronta per essere servita e gustata.

Consiglio, se volete potete aggiungere nella decorazione anche la cannella in polvere.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.