Crea sito

Pappa al pomodoro cucina Toscana

La pappa al pomodoro, è una zuppa a base di  pane raffermo e pomodoro, viene servito come primo piatto tradizionale della cucina Toscana. Un piatto povero, ma con il suo condimento saporito lo rende gustoso e squisito.Potete servirla calda durante l’inverno o fredda in estate, o tiepida nelle giornate primaverile e autunnale

pappa al pomodoro cucina toscana
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Pane (raffermo tipo Toscano) 400 g
  • Pomodoro (a pezzi) 400 g
  • Brodo (vegetale) 1 l
  • Aglio 2 spicchi
  • Basilico 1 mazzetto
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • cipolla 1/2

Preparazione

  1. pappa al pomodoro cucina toscana

    Tagliate il pane raffermo (senza sale tipo Toscano oppure un pane con poco sale) a tocchetti sottili.
    Quindi sistemate il pane in una teglia e tostatelo per qualche minuto in forno preriscaldato a 200°.
    Toglietelo dal forno e lasciatelo intiepidire, sbucciate lo spicchio di aglio e strofinatelo sul pane.

  2. pappa al pomodoro cucina toscana

    In una padella fate riscaldare un filo d’olio extravergine d’oliva fate dorare uno spicchio di aglio e poi levatelo.

    Fate rosolare mezza cipolla tagliata molto finemente nello stesso olio che avete dorato l’aglio, quando la cipolla è ben cotta unite il pane tostato, fate insaporire qualche minuto, unite i pomodori tagliati a dadini mescolate bene e aggiungete del brodo caldo fino a ricoprire tutto il pane.

    Mescolate, salate, pepate e fate cuocere a fuoco basso per almeno 40 minuti, se necessario di tanto in tanto aggiungete il brodo caldo e mescolate.

  3. pappa al pomodoro cucina toscana
  4. A cottura terminata dovrete ottenere una zuppa abbastanza ristretta. Servite la vostra zuppa di pappa al pomodoro con delle foglie di basilico e abbondante olio extravergine di oliva.

Note

Questa zuppa di pappa al pomodoro della cucina Toscana  potete servirla calda durante l’inverno o fredda in estate, o tiepida nelle giornate primaverile e autunnale. Visitate QUI’

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!