BISCOTTI CANESTRELLI

BISCOTTI CANESTRELLI

I BISCOTTI CANESTRELLI sono dei deliziosi biscottini friabili a forma di fiore
cosparsi da un abbondante  strato di zucchero al velo vanigliato.
Tipici della tradizione ligureBISCOTTI CANESTRELLI
Ingredienti per circa 30 biscottini:

100 gr di burro a temperatura ambiente, 180 gr di Farina 00,

60 gr di zucchero, 1 uovo medio , 1 cucchiaino di lievito vanigliato per dolci ,

vaniglia o vanillina quanto basta, 1 pizzico di sale, zucchero al velo vanigliato per decorazione.

Anzitutto pesa tutti gli ingredienti

Quindi,  con l’aiuto della planetaria , impasta tutti gli ingredienti per 10 minuti ,

compreso il burro tagliato a piccoli pezzetti.

A questo punto forma una palla e avvolgila nella pellicola

lasciandola riposare per un ora dentro il frigo  ( d’inverno fuori dal frigo)

Quindi , stendi la pasta di circa 1/2 cm di spessore e con un coppa pasta a fiore tagliate i biscottini.

Poggiali direttamente sulla placca da forno ricoperta di carta forno .

A questo punto , siamo pronti per infornare !!!!

Inforna a 180° per 15 minuti , attenzione devono dorarsi leggermente fai attenzione a non bruciarli !

Quando sono freddi spolverizza di abbondante zucchero al velo.

Ottime accompagnate da un buon caffè !!!!!

BISCOTTI CANESTRELLI
BISCOTTI CANESTRELLI

Se ti fa piacere e ti è piaciuta la ricetta

dei BISCOTTI CANESTRELLI

segui la mia pagina Facebook  

tantissime idee e ricette per tutti i gusti:

 Le ricette di zia minny

Prova anche :

BISCOTTI MORBIDI AL CAFFE’

CROSTATA AL CACAO CON NUTELLA BIANCA

BISCOTTI DI VETRO

 

Canestrelli
                Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Cenni storici

Anzitutto,   l’etimologia del nome è incerta.

Alcuni fanno derivare il nome dal termine canestro, cioè un cesto di paglia o vimini dove si ponevano a freddare dopo la cottura e dove si tenevano per offrirli.

Altri ,quindi,  ritengono che sia da mettere in relazione con il disegno dello stampo a pinza in cui venivano cotti: in lingua piemontese canesterlè, significa ingraticolare con canne.

I canestrelli sono dolci popolari, le cui origini sono antichissime.

Nel Canavese e nella Valle di Susa venivano preparati sin dal Medioevo con il nome di nebule, probabilmente dalle gilde dei produttori di ostie. Si offrivano in occasione di matrimoni, battesimi, feste religiose, carnevale.

I canestrelli di pasta frolla, probabilmente più recenti, erano offerti in occasione della Pasqua.

Abbinamenti consigliati

L’Alta Langa spumante rosato, ha un sentore che ricorda il lievito, la crosta di pane e la vaniglia, di sapore secco, sapido ben strutturato, perciò può esser servito come spumante da dolci e da dessert a tavola, fresco.

 

Precedente CREMA DI PISTACCHI SALATA Successivo ARANCINI SICILIANI