Tutto iniziò dalle carte…

Ho “conosciuto” Gustavo Rol grazie ad un servizio a lui dedicato in una trasmissione televisiva e ne sono rimasta molto colpita non tanto per il fatto che fosse “ in contatto con gli spiriti intelligenti” come lui stesso affermava,ma soprattutto per la sua immensa bontà ed umanità, molti infatti, hanno speso parole di ammirazione e gratitudine nei suoi confronti, altri, forse in maniera superficiale, lo hanno invece criticato aspramente. considerando i fenomeni paranormali prodotti da Rol come semplici trucchi illusionistici.

Ma chi era Gustavo Rol?

Nato a Torino il 20 giugno del 1903 Gustavo Adolfo Rol apparteneva ad una famiglia molto agiata, il padre era il direttore della sede torinese della banca commerciale italiana , era un uomo schivo che conduceva una vita ritirata. Quando si era ospiti in casa sua,non era affatto inusuale assistere attoniti alla sparizione di oggetti che “magicamente” si materializzavano nella stanza accanto, tra i suoi ospiti c’è chi giura che avesse la capacità di agire sulla materia con la forza dello spirito, ma questa era solo una delle sue tante doti speciali (si dice che sapesse leggere nei libri chiusi,che avesse la facoltà di scrivere a distanza,di smaterializzare oggetti senza toccarli, che vedesse nel futuro…)

Ha sempre chiesto un confronto con la scienza ma gli è sempre stato negato.

La prima “intuizione” delle possibilità in suo possesso gli arrivò quando si trovava a Parigi

“Nel 1927 ero a Parigi. Da due anni mi… Continua a leggere»

Leggi anche:

335 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Regala ciò che non hai Successivo Focaccine fatte in casa

Lascia un commento