Come sostituire il latte: consigli per vegani e intolleranti al lattosio

Come sostituire il latte? Vediamo dei consigli per vegani e intolleranti al lattosio. Non tutti sanno rinunciare al latte, un alimento che assumiamo fin da piccoli e che accompagna la nostra crescita. Ma da adulti possiamo avere l’esigenza di limitare o di evitare questo alimento, perché scegliamo di seguire un’alimentazione basata esclusivamente su ingredienti naturali oppure perché dobbiamo fare i conti con un’intolleranza al lattosio, con difficoltà nella digestione e gonfiore. Tutto questo, però, non vuol dire che bisogna rinunciare completamente a questa bevanda, perché esistono delle alternative naturali che possono permetterci di bere un caffè o una cioccolata senza rinunciare al gusto del latte o di realizzare dolci e biscotti molto saporiti.

1. Latte di soia

Il latte di soia contiene pochi carboidrati e grassi saturi, ha un apporto calorico molto basso, permette di assumere una buona quantità di vitamine del gruppo B, A ed E, è ricco di amminoacidi essenziali. Inoltre questa bevanda è senza glutine, quindi è perfetta nell’alimentazione di chi soffre di celiachia. In commercio si trova latte di soia arricchito con calcio e latte in polvere. Si può bere a colazione o prima di andare a letto e si può utilizzare anche per la preparazione di uno yogurt gustoso. Basta frullare 2 cucchiai di yogurt di soia naturale, fonte di fermenti lattici vivi, con un litro di latte di soia caldo. Il composto va messo nei barattoli sterili e intiepiditi. Quest’ultimi vanno fatti riscaldare in forno preriscaldato a 40 gradi per 6 ore e poi vanno spostati in frigo, dove dovranno riposare per 4 ore.

2. Latte di mandorla

Il latte di mandorla, secondo alcuni nutrizionisti, contiene meno grassi e carboidrati rispetto al latte di soia. Per questo motivo può costituire una valida alternativa al latte vaccino per chi segue una dieta ipocalorica, visto che è meno calorico e non ha colesterolo. Prodotto raccomandato ai vegetariani, il latte di mandorla può essere preparato anche in casa con una ricetta vegana, frullando 100 grammi di mandorle con un litro di acqua calda, facendo riposare per due ore e filtrando. Il suo sapore simile a quello delle mandorle lo rende utile anche per realizzare dei frullati di frutta, per arricchire il purè di patate o per sostituire la panna da cucina nelle zuppe.

3. Latte di avena

Il latte di avena può essere preparato anche in casa, frullando…Continua a leggere >>

Leggi anche:

269 Visite totali, 3 visite odierne

Precedente Linguine alla carbonara deliziose Successivo Alcuni simboli della Quaresima

Lascia un commento