PENSIERO, MEDITAZIONE E GUARIGIONE

[…]Affrontare il dolore con la meditazione

Come la meditazione può aiutare ad alleviare il dolore causato da un malessere fisico
La conoscenza moderna ha ampiamente confermato quello che gli yogi indiani avevano intuito millenni fa: mente e corpo sono strettamente interconnessi e l’uno influenza l’altra in modo profondo.

Esiste infatti una vastissima gamma di patologie vere e proprie causate o aggravate da fattori emotivi e non organici: eruzioni cutanee, gastrite, colite, tensioni muscolari, asma sono solo alcune delle più diffuse.

E’ sorprendente quanto la nostra mente abbia un potere tanto invisibile quanto reale sulla nostra salute fisica in negativo – come evidenziato in apertura -, ma anche in positivo come testimonia il noto effetto placebo.

Non si cada nel grossolano errore di semplificare queste affermazioni e ridurre la questione al “Se penso positivo andrà tutto bene” perché purtroppo la realtà è molto più complicata.

E’ però indubbiamente vero che saper utilizzare la nostra mente può darci un aiuto enorme nella gestione del dolore, un sentimento che, a fasi alterne, è presente nella vita di tutti noi, ma che possiamo imparare ad accettare e gestire.

I benefici e le tecniche della meditazione vipassana

La meditazione: un antidolorifico naturale

“Dolore” è una parola molto complessa che abbraccia un campo emotivo potenzialmente immenso. Esiste il dolore corporeo, quello emotivo, il dolore cronico e il dolore acuto e ognuno dei sei miliardi e più di abitanti della Terra lo vive in modo personalissimo e unico.

Senza avere la pretesa di indagare le tenebre dell’interiorità umana, ci limiteremo a considerare il dolore che può nascere da un banale mal di testa o da malattie più serie, ma comunque riguardante l’ambito prettamente fisico.

Ebbene, confortanti studi scientifici dimostrano che la meditazione…Continua a leggere >>

Leggi anche:

579 Visite totali, 2 visite odierne

Precedente Fiamme al cioccolato Successivo Zeppole di San Giuseppe light

Lascia un commento