Emicrania, presto un “vaccino”

Un farmaco per prevenire l’emicrania.
Una sorta di “vaccino” con cui controllare al massimo la frequenza degli attacchi emicranici potrebbe diventare presto realtà. Il farmaco, in avanzata fase di sperimentazione, sfrutta l’azione di un anticorpo per bloccare una sostanza che gioca un ruolo chiave nella genesi del dolore emicranico.

Una buona notizia per chi soffre di emicrania, circa il 14% della popolazione. L’emicrania è la forma di mal di testa che costa di più sia in termini di mancata produttività che di costi sanitari,

 

 

«circa 120 milioni di euro l’anno nella sola Comunità europea»,

 

dice il dottor Vincenzo Tullo, specialista neurologo e responsabile dell’ambulatorio sulle cefalee di Humanitas.

 

«L’emicrania

 

– continua –

 

 

è la malattia neurologica più disabilitante. È una patologia invalidante soprattutto per i cosiddetti emicranici cronici, che soffrono di mal di testa per almeno 15 giorni al mese».

Che tipo di farmaco è oggetto di questa sperimentazione?

«Si tratta di una nuova terapia a base di…Continua a leggere»

Leggi anche:

574 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente La nascita di Facebook Successivo Soldino: La Ricetta per fare a casa la merendina più amata di sempre!

Lascia un commento