Colomba senza glutine senza lattosio e senza nichel

La ricetta della colomba veloce è perfetta per chi è intollerante al glutine e, nella variante che vi proporrò, potrà essere gustata anche da chi non può mangiare alimenti contenenti lattosio e al nichel.

Ingredienti
3 uova
140 g zucchero
100 ml olio di riso
150 ml latte di riso
270 g farina di riso
100 g fecola di patate
100 g canditi
10 g cremor tartaro
5 g bicarbonato
1 limoni non trattato, scorza
1 arance non trattata, scorza
granella di zucchero q.b.
Dosi per 6 persone

Preparazione:

Per cominciare, prendere le tre uova e separare i tuorli dagli albumi. Nella ciotola dei bianchi, inserire un pizzico di sale e montare a neve ferma.
Mettere con i rossi lo zucchero e procedere direttamente con la frusta elettrica per cinque minuti circa: diversamente dagli albumi, questi non avranno bisogno del sale per montare più facilmente. Una volta che i tuorli avranno assunto una bella consistenza, aggiungere il latte e l’olio di riso: nel caso in cui non si hanno problemi legati al nichel, sostituirli con il latte vaccino e con un olio a tua scelta.
Aiutandosi con un cucchiaio di legno, amalgamare tutti gli ingredienti e, quando la pastella sarà diventata omogenea aggiungere tutti gli aromi che più piacciono. In questo caso, consiglio di utilizzare le scorze di un limone e di un’arancia, ma nulla vieta di inserire altri sapori.
Fatto ciò, incorporare i 100 grammi di fecola di patate, i 270 grammi di farina di riso e i 10 grammi di cremor tartaro precedentemente uniti ai 5 grammi di bicarbonato di sodio. Questi ultimi due ingredienti sono ottimi per chi soffre di allergia al nichel e vanno a sostituire la bustina del classico lievito per dolci. Trovare il cremor tartaro è molto semplice, perché basterà recarsi in una farmacia.
Inseriti tutti gli ingredienti, amalgamali facendo attenzione a non creare i grumi: per fare ciò, utilizzare le fruste elettriche o, in alternativa, una planetaria, in quanto renderà più facile e veloce l’operazione.
Ottenuta una pastella piuttosto densa, inserire i cubetti di frutta candita, facendo attenzione che non contengano particolari allergeni. Molte persone odiano la consistenza dei canditi, a tal punto da rinunciare al classico dolce pasquale,ecco un piccolo trucchetto, che vi permetterà di inserire comunque i canditi, senza che questi possano creare fastidio: prima di aggiungerli al composto: basterà frullarli. In questo modo il gusto sarà lo stesso, ma passeranno inosservati.
L’ultimo passaggio prima di procedere con la cottura è quello di incorporare gli albumi, che precedentemente avevamo montato a neve. Attenzione a questo step, in quanto i bianchi potrebbero smontarsi: per evitare che ciò accada, aggiungili poco alla volta ed effettua dei lenti e delicati movimenti dal basso verso l’alto. Gli albumi montati a neve conferiranno alla pastella una consistenza decisamente più spumosa, tanto che quasi raddoppierà di volume.
Fatto ciò, prendi uno stampo per colomba da 500 grammi o, in alternativa si può usare una tortiera dal diametro di 24 cm o una teglia per ciambella da 26 cm.
Per facilitarne il trasporto, si può mettere lo stampo su di una griglia così una volta riempito, si potrà spostarlo senza indugi dal piano di lavoro all’interno del forno. Inoltre, dato che quello per le colombe da 500 grammi ha dei buchini sul fondo, occorre coprirli con della carta forno,per puro scopo precauzionale. A questo punto, versare il composto e, quando si sarà distribuito in maniera uniforme, cospargere la parte superiore con la granella di zucchero: non vi sono delle quantità specifiche, perché questo passaggio può essere effettuato a piacimento.
Infornare in un forno statico preriscaldato alla temperatura di 180°, per un periodo di tempo che oscilla tra i 40 e i 45 minuti. Ovviamente, la durata della cottura potrà variare sulla base della tipologia e della potenza del forno: per questo motivo, fare la classica prova dello stecchino. Negli ultimi minuti, consiglio di coprire il tutto con la carta forno, così da evitare che il colorito della superficie diventi troppo scuro.

Leggi anche:

 1,238 total views,  1 views today

Precedente Ovetti di cioccolato Successivo Zuccotto di carne

Lascia un commento