Alcuni simboli della Quaresima

Il simbolo, dal verbo greco “symbállō”, “metto insieme”, ha lo scopo di unire due realtà apparentemente differenti, dandogli anche un valore emotivamente significativo.
Il ricorso al simbolo nel cristianesimo delle origini, derivò dal divieto di idolatrare le immagini e di rappresentare Cristo e Maria.
Quindi, i primi cristiani ricorsero a mezzi espressivi e comunicativi con significati nascosti, comprensibili solo tra di loro.
Durante la Quaresima (La Quaresima è il periodo che precede la Pasqua e che inizia ufficialmente con il Mercoledì delle Ceneri e termina con il Giovedì Santo. Come suggerisce anche il nome, la Quaresima dura quaranta giorni, un numero molto simbolico per i fedeli. In particolare i quaranta giorni di Quaresima vogliono richiamare alla mente del fedele i quaranta giorni che Gesù passò nel deserto dopo aver ricevuto il battesimo da Giovanni Battista, resistendo alle tentazioni, prima di iniziare la sua opera di predicazione) incontriamo alcuni di questi simboli:

LA CENERE

La cenere sporca, parla di distruzione e morte, riporta alle origini della Creazione, ma ha una valenza significativa. Essa secondo…Continua a leggere >>

Leggi anche:

165 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Come sostituire il latte: consigli per vegani e intolleranti al lattosio Successivo La Palma

Lascia un commento