Impastatrice planetaria Kenwood

Ricordo ancora quando avevo intenzione di prendere un impastatrice .. stavo preparando i bignè a mano e mi sono venuti i crampi alla mano destra a furia di mescolare.

La mia scelta è stata lunga sull’infinità di impastatrici in commercio, prima di decidere se questa era quella adatta, e alla fine la scelta è ricaduta sulla Kenwood.

Impastatrice planetaria Kenwood

Adesso non per la marca, che comunque direi che è ottima, ma l’ho scelta in base alle mie esigenze. Impasto pizza tutte le domeniche, mi piace fare i dolci e li faccio spesso (per fare i bignè è una mano santa).
Secondo me sarebbe stato inutile prendere un impastatrice professionale quando ancora devo imparare a cucinare, quindi le caratteristiche che cercavo erano la capienza, basso costo, che le fruste arrivassero a raccogliere l’impasto sul fondo e che avesse davvero il braccio rotante a planetaria.

Sì perché diciamolo, c’è differenza tra un impastatrice e un impastatrice planetaria e parliamo del movimento del braccio rotante.
La prima ha un movimento rotatorio
La seconda ha sia il movimento rotatorio che che il movimento planetario raccogliendo uniformemente tutti gli ingredienti all’interno della ciotola.

Quando l’ho acquistata non l’ho presa super accessoriata, dato che a casa ho altri accessori, come la macchinetta per sfogliare la pasta a mano, che onestamente mi sembra futile comprarne una in più per quello che si usa, poi il trita carne stessa cosa, oltretutto al supermercato la carne la puoi chiedere già tritata, quindi già c’ho risparmiato soldi e tempo.
Il bicchiere (blender) per fare il frullato mi mancava, invece il food processor possedevo già il Bravo Simac di mamma, ma il bravo Simac è semi pensionato, diciamo che il pane lo grattugia degnamente.
Tutto sommato avevo trovato la planetaria con tutte le caratteristiche che richiedevo compreso il prezzo abbastanza contenuto (rispetto ad un altro negozio di elettrodomestici che vendeva lo stesso prodotto scontato ma con un prezzo più alto).

Devo dire che è da quasi un anno che è presente nella mia cucina e ho fatto tantissime ricette. <3
Sicuramente ci sono ricette che vale la pena di fare ancora con il classico frustino elettrico, sono quelle in cui ti sbrighi in poco tempo e non vale la pena accendere la planetaria.

Ma ecco di cosa sto parlando.

 

Ecco cosa ho preparato con l’impastatrice planetaria Kenwood:

pizza

Pizza con l’impastatrice

 

Pizza con l’impastatrice, ma solo con 3 grammi di lievito!

 

Pate a bombe o base semifreddo con lo zucchero cotto

 

Panzerotti o calzoni

 

Brioches soffici

 

Strudel alle mele e cannella

 

Tortelli di carnevale

 

Pane allo zafferano

 

Pane greco con il licoli

 

Pane semplice con il poolish

 

Pan brioche soffice allo yogurt

 

Pane semplice

 

Sockerbullar, Pariserbullar o Bomboloni Al Forno

 

Bignole con crema pasticcera

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Crepes red velvet con marmellata e panna

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Chips di patate (preparate con il food processor)

 

Baba

Baba

 

Torta mimosa in bicchiere

Torta mimosa in bicchiere

 

Éclair limone e fragola

 

 Smothie alle fragole

Smoothie alle fragole

 

Ciambella all'uva

Ciambella all’uva

 

Torta farcita al limoncello

Torta farcita al limoncello

 

Pan di Spagna al cacao con crema al cioccolato fondente all’arancia

Pan di Spagna al cacao con crema al cioccolato fondente all’arancia

 

Crespelle con le acciughe

Crespelle con le acciughe

 

Challah di rose con miele

Challah di rose con miele

 

Bagels ripieno di frittata con le cime di rapa

Bagels con frittata con le cime di rapa

 

Smoothie banana e more

 

Brioche sofficissime

Brioche sofficissime

 

Torta soffice al cioccolato

Torta soffice al cioccolato

Non sono stata pagata da alcuna casa produttrice per scrivere questo articolo. Posseggo questo elettrodomestico e le opinioni sono personali.

Laly

 
Precedente Zuppa di pesce Successivo Crema catalana

8 commenti su “Impastatrice planetaria Kenwood

  1. Mi sono avvicinata al mondo delle planetarie da poco e devo dire che ne sono rimasta estasiata, tanto che ho deciso di aprire un sito internet dedicato alla coparazione delle impastatrici ed alla pubblicazione delle ricette.

     
  2. Cornelia il said:

    Ciao, spero tu possa togliermi una curiosità perché sinceramente ancora non ho capito. Ma con una sola impastatrice posso farci sia il pane che dolci che qualunque altro impasto mi venga in mente?
    Purtroppo per me (si fa per dire) sono molto estrosa in cucina e nel valutare l’acquisto di un’impastatrice questa è la prima caratteristica che guardo…
    Nelle schede di http://www.lecosemigliori.com dicono che la norma è sì, sono praticamente tutte “universali”, specie se di gamma alta, ma non so se affidarmi completamente ad articoli promozionali. Tu cosa dici? Grazie.

     
    • Dunque.
      Un impastatrice, in genere, è dotata dalle 2 alle 3 fruste.
      Il gancio chiamato “K” o “a foglia” (per quanto riguarda la categoria Kenwood” per impastare/ mescolare impasti duri;
      La frusta per montare gli albumi, tuorli o impasti molto morbidi, diciamo tutto ciò che va incorporata aria.
      Il gancio a uncino per gli impasti per pizza, focacce … tutti i lievitati da pane in genere.
      Le più innovative impastatrici ti permettono anche di cucinare proprio come il Bimby.
      Se cerchi un prodotto base che ti aiuta in cucina, te lo consiglio assolutamente. Se vuoi spingerti un po’ di più puoi andare su alti livelli tipo la cooking chef gourmet.
      Una volta comprato non lasciatelo come soprammobile, capisco la paura o il timore di sbagliare a usarla perché non si è pratici, ma solo con la pratica sì può imparare ad usarla e a capire quanto può essere d’aiuto.
      Certo, sicuramente se devi sbattere solo due tuorli non ne vale la pena. Un bell’uso ce l’ha per esempio sul pan di spagna, la quale devi sbattere dalle 5 alle 6 uova per 15 minuti, oppure per la preparazione di un dolce che richiedere di montare tuorli e albumi, basta fare il processo inverso; sbatti prima gli albumi e li metti da parte, poi dentro ci sbatti i tuorli, perché se sbatti prima i tuorli ti tocca lavare la ciotola e la frusta poiché i grassi del tuorlo non ti faranno montare gli albumi. In questo modo avrai un utilizzo rapido e ottimale della planetaria.
      Dipende sempre da te, quanto sei disposta a spingerti in cucina, se ti piace preparare tante cose o meno.
      L’impastatrice che io possiedo la consiglio, anche perché puoi lavorare piccole quantità di impasti rispetto ad altre impastatrici che necessitano quantità maggiori http://www.kenwoodworld.com/it-it/all-products/impastatrici-planetarie/prospero , non costa molto, poi dipende se vuoi acquistarla con altri accessori tipo frullatore, food processor …

       
  3. Giulia il said:

    Ciao, volevo chiederti un’informazione vista la tua esperienza e i buoni risultati connessi ad essa. Io ho da poco una planetarie ed ho provato a fare pizza krapfen ed una ciambelle. In tutte queste preparazioni l’impasto era sofficissimo mai visto un impasto cosi ed anche lievitato molto, ma dopo la cottura erano tutte e 3 un po gommose secche asciutte “pesanti” non so come definirle. Cosa posso aver sbagliato? Grazie mille

     
    • Non sono molto esperta di lievitati, ma questa gommosità può dipendere da tanti fattori, la quantità di grassi utilizzati, i tempi di lievitazione.
      L’unica cosa è sperimentare trovando qualche altra ricetta in rete, oppure la stessa che utilizzi con tempi di lievitazione diversi, grassi diversi e quantità di lievito diverse e capire cosa non ha funzionato.
      Fammi sapere! Un abbraccio!

       

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.