Graffe napoletane morbide e profumate

Graffe napoletane morbide e profumate. Una colazione o una merenda con le graffe sembrerà di toccare il cielo con un dito. Troppo buone, peccato che finiscano presto.

Graffe napoletane morbide e profumate
Graffe napoletane morbide e profumate

Ingredienti Graffe napoletane morbide e profumate

Dosi per 20 Graffe

  • 500 g. farina Manitoba
  • 100 g. burro
  • 120 ml. di latte
  • 10 g di lievito di birra
  • 300 g. di patate vecchie
  • 3 uova medie
  • 60 g. zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di miele
  • La scorza di un limone
  •  olio di semi di arachidi q.b.

 

Procedimento

Iniziamo con il lessare le patate per 30 minuti.Poi sciogliamo il lievito in una ciotola con latte tiepido e un cucchiaino di zucchero.

In una scodella capiente, mettiamo 130 g. di farina Manitoba e vi aggiungiamo il lievito precedentemente sciolto.

Mescoliamo per bene, ottenendo una pastella senza grumi che ricopriamo con una pellicola, e facciamo riposare per 50 minuti.

Dopo peliamo e schiacciamo le patate con uno schiacciapatate in una ciotola capiente, dove uniamo la farina rimasta.

Quindi lo zucchero restante, le uova sbattute, il miele e la scorza di limone. Mescoliamo il tutto e poi  aggiungiamo la pastella.

Continuiamo ad impastare su una spianatoia fino a renderlo omogeneo e, infine, uniamo il burro ben ammorbidito.

Lavoriamo il composto per altri 10 minuti, poi in una ciotola infarinata e ricoperta da pellicola trasparente, lo facciamo lievitare per 2 h.

Passate le 2 h, lavoriamo ancora un po’ il composto sulla spianatoia, facendone un panetto che dividiamo in parti uguali.

Da ognuna delle quali, ricaviamo dei bastoncini che modelliamo a forma di ciambella, e appoggiamo su una teglia con carta forno.

Ricopriamo con un canovaccio e mettiamo a lievitare per 1h. Al termine possiamo iniziare la frittura in una padella capiente.

Versiamo l’olio di semi d’arachidi, e quando ben caldo, poniamo le nostre graffe fino a farle imbiondire.

Quindi asciughiamo l’olio in eccesso ponendole su carta assorbente e, ancora calde, le passiamo nello zucchero.

Le nostre graffe saranno pronte da addentare, deliziando il nostro palato. Di sicuro vorremmo non finissero mai.

Se vi farà piacere, potrete inviarmi le foto dei vostri risultati. Le posterò molto volentieri nella mia pagina.

Alla prossima Giovanna

 

 

Seguimi nella mia pagina facebook https://www.facebook.com/latavolagolosadigio/

Precedente Plumcake soffice di panna e caffè Successivo Brioche al latte condensato e vaniglia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.