Cassata al forno siciliana morbida

Cassata al forno siciliana, questa cassata al forno è buona quanto quella tradizionale. Il suo ricco ripieno di ricotta abbinata alla frolla è un’unione perfetta.

Cassata al forno siciliana
Cassata al forno siciliana

Ingredienti per la Cassata al forno siciliana

per la pasta frolla

  • 250 g.farina per dolci
  • 100 g. burro
  • 100 g. zucchero
  • 1 la scorza di un limone
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 uova medie

 

 

per il ripieno

  • 300 g. ricotta
  • 100 g. zucchero
  • 50 g. gocce di cioccolato
  • zucchero a velo q.b.

 

Procedimento per preparare la Cassata al forno siciliana

Per prima cosa prepariamo la crema, mettendo in una ciotola la ricotta e lo zucchero.

Mescoliamo bene, fino a farla risultare fluida e senza grumi.

La poniamo per 15 minuti in frigo, poi aggiungiamo le gocce di cioccolato e mescoliamo ancora un po’.

Mentre la crema riposa in frigo, ci occupiamo della pasta frolla.

Preparandola in questo modo ci verrà una pasta morbida che non tenderà a spaccarsi.

Quindi, dopo aver fatto ammorbidire il burro, lo amalgamiamo bene con lo zucchero in una ciotola.

Poi aggiungiamo le uova e la farina, formando un’impasto che continuiamo a lavorare su di una spianatoia.

Durante la lavorazione aggiungiamo la vanillina e la scorza di limone.

Con l’impasto formiamo una palla liscia ed omogenea.

Prendiamo 2/3 dell’impasto e l’andremo a stendere in maniera circolare.

Rivestiamo l’interno di uno stampo (cm 20 ), precedentemente imburrato e infarinato.

Facendo aderire bene la frolla alle pareti.

Buchiamo con una forchetta il fondo e mettiamo la crema di ricotta, livellandola col dorso di un cucchiaio.

Poi, con la rimanente pasta frolla stesa, copriamo lo stampo.

Rifiliamo la pasta in eccesso, passando il matterello sul bordo e sigillandola con quella sottostante.

Buchiamo  sempre con la forchetta e mettiamo in forno statico a 180° per 35 minuti.

Lasciamo riposarla una decina di minuti  in forno spento.

Eliminiamo così l’umidità in eccesso, prima di  estrarla e capovolgerla in un piatto, decorandola con zucchero a velo.

Dovendola descriverla utilizzerei una parola sola, superlativa.

Alla prossima Giovanna

 

Seguimi nella mia pagina facebook https://www.facebook.com/latavolagolosadigio/

Precedente Pizza furba farcita al forno Successivo Ricetta biscotti all'amarena napoletani

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.