Crea sito

Tofeja canavesana

Dalla cucina Piemontese, ho voluto provare a fare la “Tofeja canavesana”.
Nel periodo natalizio avevo comperato cotechini e zamponi, per cucinare con le lenticchie, come è nostra usanza in quel periodo; questa mattina, rovistando nella mia dispensa, nascosto in un angoletto ho ritrovato un cotechino e, dopo aver controllato la scadenza, ormai prossima, ho deciso di cucinarlo con i miei fagioli borlotti, raccolti in campagna e conservati nel congelatore.
Ho deciso di fare questa Ricetta della “Tofeja canavesana”, un piatto che mi cucinava sempre mia suocera, la cui suocera era piemontese; io da brava suocera, a mia volta, l’ho cucinata per i miei figli e famiglie. Quella della “Tofeja canavesana” è una Ricetta che, a casa nostra, ci tramandiamo da una generazione all’altra., anche perchè a casa mia tutti amano mangiare i fagioli.
Premetto che sicuramente la mia Ricetta non sarà completa di tutti gli ingredienti, questo perchè mi ricordo che, oltre il cotechino e le cotiche, avrei dovuto mettere anche gli zampetti e le orecchie di maiale; se volete le potete aggiungere tra gli ingredienti.  

tofeja canavesana
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 mlfagioli borlotti
  • 200 gCotiche/cotenne di maiale
  • 2 fogliealloro
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • 2chiodi di garofano
  • 1cipolla
  • q.b.salee olio extravergine di oliva

Preparazione della Tofeja canavesana

  1. Con le due foglie di alloro e il prezzemolo, lavati bene, fate un fagottino e legatelo con un filo bianco, per non far disperdere le foglioline nel tegame. Lo dovrete togliere poi a fine cottura.

  2. Mettete il cotechino precotto nell’acqua bollente, fatelo bollire per cinque minuti, scolatelo, aprite la confezione e togliete tutto il grasso, fatelo sgocciolare bene.

  3. Fate a pezzettini le cotiche che avrete già lessato e sgrassato. In un tegame largo mettere un filo d’olio d’oliva e spezzettateci la cipolla, e i due pomodorini pachino, tagliati in due, accendete il gas e unite anche i chiodi di garofano e il fagottino delle foglie di alloro e del prezzemolo.

  4. Fate a pezzettini le cotiche che avrete già lessato e sgrassato. In un tegame largo mettere un filo d’olio d’oliva e spezzettateci la cipolla, e i due pomodorini pachino, tagliati in due, accendete il gas e unite anche i chiodi di garofano e il fagottino delle foglie di alloro e del prezzemolo.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.