Torta alla parmigiana di melanzane

Torta alla parmigianaLa torta alla parmigiana di melanzane è una torta salata davvero gustosa, unisce una torta salata di stagione alla bontà della parmigiana di melanzane. Ho assaggiato la prima volta questa squisitezza come antipasto in un ristorantino della mia regione. Ho provato a farla in casa, cambiando, come al mio solito, qualche ingrediente e soprattutto sostituendo la pasta sfoglia commerciale con un impasto preparato da me. Per chi mi conosce e soprattutto conosce le mie ricette, sa che spesso non uso il lievito nelle mie preparazioni; in questa ricetta invece il lievito va usato, altrimenti la sfoglia resta troppo umida e bassa, e per questo tipo di ripieno non va bene. Ed ecco la ricetta.
Ingredienti per una teglia da 27 cm:

Per la pasta:

300 gr di farina tipo 0
130 gr di acqua
25 gr di olio di oliva
4 gr di lievito di birra secco
6 gr di sale

Per il ripieno:

4 melanzane medie
2 mozzarelle fiordilatte
400 gr di pomodori
basilico
100 gr di grana padano
sale
olio di oliva

Procedimento:

In una ciotola inserite la farina e il lievito, mescolate per bene. Aggiungete l’acqua, l’olio e il sale e impastate per bene, lasciate riposare l’impasto per 40 minuti.
Nel frattempo lavate accuratamente le melanzane, lasciatele spurgare in acqua e sale per 30 minuti, dopodichè tagliatele a fette, mettetele in una teglia, salatele, oliatele e fatele grigliare in forno per 20 minuti.
Lavate accuratamente i pomodori e tagliateli a pezzetti.
Prendete l’impasto e stendetelo con il mattarello, foderate la tortiera con carta da forno e stendeteci l’impasto, facendone sporgere un pò oltre il bordo.
Adagiate sull’impasto un pò di fette di melanzana, un pò di mozzarella, un pò di pomodori, aggiungete grana padano, basilico spezzettato con le mani e irrorate con un filo d’olio. Fate un secondo strato come sopra descritto. Il terzo strato va fatto solo con le fette di melanzana, grana e olio.
Sistemate per bene il bordo della torta alla parmigiana, cuocete in forno statico a 180° per 40 minuti.

Salva

Salva

© 2016 – 2017, Paola. All rights reserved.

Precedente Risotto fiori di zucchina, crescenza e zafferano Successivo Peperoni in padella con pangrattato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.