Come fare le orecchiette strascinate e i fricelli pugliesi

Come fare le orecchiette strascinate e i fricelliEcco come fare le orecchiette in casa! Esistono vari  metodi per preparare le orecchiette. Il metodo che vi presento oggi è quello per fare le strascinate pugliesi e i fricelli. Le strascinate sono delle orecchiette più aperte e più grandi. Si differenziano dalle altre orecchiette perché non si rivoltano e non si dà una forma concava, ma vengono lasciate piatte. È il metodo che usa mia mamma e quello che preferisco. Specialità tipica delle regioni Puglia e Basilicata, le orecchiette vengono fatte con un impasto di sola semola rimacinata di grano duro e acqua tiepida, senza uova. E vengono di solito accompagnate dai fricelli, una specie di lungo cavatello, che nel gergo pugliese viene denominato “innamorato”, essendo la parte maschile del formato. Le orecchiette pugliesi e i fricelli vengono conditi solitamente con sugo semplice fatto con pomodoro fresco e basilico e spolverizzati con tanto cacio ricotta; oppure vengono conditi con le classiche cime di rapa, oppure con la ricotta. Naturalmente possiamo dare libero sfogo alla fantasia e provare a condirli con altri condimenti, anche se alcuni pugliesi storcono il naso! Il procedimento non è molto facile ma la ricetta scritta sarà accompagnata da un video, dove la mia mamma Francesca vi farà vedere chiaramente come fare! E allora? Pronti a vedere come fare le orecchiette e i fricelli in casa?

Ingredienti per 4 persone:

400 grammi di semola rimacinata di grano duro
acqua tiepida q.b. ( circa 200 ml )

Procedimento:

Sulla spianatoia di legno setacciate la semola rimacinata di grano duro e formate un incavo al centro. Mia mamma non aggiunge il sale, ma se volete, potete aggiungerne un pizzico.

Aggiungete pian piano l’acqua tiepida e cominciate ad impastare.

Dovete lavorare l’impasto aggiungendo l’acqua a poco a poco, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, né troppo morbido, né troppo duro, la giusta consistenza per poter essere lavorato. Dovete lavorarlo per almeno 10 minuti.

Una volta ottenuto l’impasto nella giusta consistenza fatelo riposare per 15 minuti.

A questo punto staccate un pezzo di impasto con il coltello e arrotolatelo con le mani sulla spianatoia fino ad ottenere un cordoncino dello spessore di un dito.

Tagliate dei pezzi lunghi all’incirca un centimetro e mezzo e tirateli ad uno ad uno con la parte arrotondata del coltello verso di voi, esercitando una leggera pressione.

Con il pollice tirate leggermente la parte anteriore dell’orecchietta e con l’indice aprite la parte opposta, il video vi mostrerà meglio come fare.

Si formerà l’orecchietta strascinata, simile ad un piccolo padiglione d’orecchio, sottile al centro e più spessa al lati. Staccatela delicatamente dal coltello e continuate con il resto dell’impasto.

In Basilicata questo lavoro viene fatto con le dita, ma bisogna essere esperti!

Con l’ultimo pezzo di impasto, create sempre lo stesso rotolo ma tagliatelo a pezzi regolari.

Adagiate su due pezzi alla volta il tipico ferretto per fricelli, che trovate in qualsiasi negozio di casalinghi.

Arrotolate il ferretto velocemente fino a quando i due pezzi di impasto si arrotoleranno intorno ad esso creando un buco al centro, formerete così una specie di cavatello lungo, i fricelli!

Come fare le orecchiette strascinate e i fricelli in casaE se volete approfondire la ricetta e vedere meglio come fare le orecchiette strascinate e i fricelli, vi invito a guardare il video di mamma Francesca!

 Condite le orecchiette strascinate e i fricelli con pomodoro fresco, basilico e tanto cacio ricotta

Orecchiette strascinate con pomodoro, basilico e cacio ricottaOppure con della buona ricotta fresca!

Orecchiette strascinate con ricotta fresca

© 2017 – 2018, Paola. All rights reserved.

Precedente Parmigiana di melanzane in padella Successivo Torta salata con zucchine e brisèe alla ricotta

2 commenti su “Come fare le orecchiette strascinate e i fricelli pugliesi

  1. Ella prima volta che visitò il tuo sito,le orecchiette sono della mia regione ma io abito a Verbania per motivi di lavoro.non posso mangiare zuccheri ma provero’la tua torta di pere,buona giornata e ti seguirono fb

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.