Cavolfiore in pastella

Il cavolfiore in pastella non dovrebbe mai mancare tra gli antipasti dei golosi pranzi o cene invernali! In Puglia si usa preparare questo piatto prelibato alla Vigilia di Natale e viene servito con le famose pettole, la cui ricetta trovate QUI.Il cavolfiore è una verdura invernale particolarmente ricca di principi nutritivi ma non tutti lo amano, ammettiamolo. Se lo preparerete con questa ricetta vedrete che piacerà davvero a tutti, anche ai bambini. Il cavolfiore in pastella, fritto e gustato al momento, risulta croccante fuori e morbido dentro, una vera golosità! Alcuni lo preparano sbollentando la verdura prima, io invece lo preparo senza sbollentatura. Tanti i vantaggi di questo metodo: prima di tutto risulta più veloce da preparare, più saporito e soprattutto la verdura mantiene tutte le sue proprietà benefiche! Ed ora vediamo assieme come prepararlo!

Cavolfiore in pastella senza sbollentatura ricetta
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 Persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 1 kg Cavolfiore (bianco)
  • 130 g Farina
  • 130 g Acqua gassata
  • 1 Uovo
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio di semi di arachide
  • 1 cucchiaino Lievito istantaneo per preparazioni salate

Preparazione

  1. Prima di tutto togliete le foglie esterne del cavolfiore e il gambo, con un coltello tagliate le cimette e lavatele per bene in acqua con l’aggiunta di 1 cucchiaio di bicarbonato e 1/2 bicchiere di aceto. Scolate e sciacquate le cimette di cavolfiore con acqua fresca, tagliatele a pezzetti e tenetele da parte.

  2. Ora preparate la pastella. In una ciotola setacciate la farina, aggiungete l’acqua gassata fredda, l’uovo, il cucchiaino di lievito e il sale. Mescolate con una frusta a mano fino a quando la pastella risulterà liscia ed omogenea, senza grumi. La pastella non deve risultare nè troppo densa nè troppo liquida.

  3. Immergete le cimette di cavolfiore nella pastella ed amalgamate per bene.

  4. Versate l’olio di semi di arachide in una padella adatta alle fritture, accendete la fiamma e portate l’olio a temperatura; a questo punto prelevate il composto a cucchiaiate e friggete le frittelle nell’olio bollente per circa 3 minuti, fino a quando risulteranno belle dorate; giratele con una forchetta e friggetele dall’altro lato per altri 3 minuti circa, sempre fino a doratura.

  5. Con un mestolo forato prelevate le frittelle di cavolfiore e fatele riposare su carta assorbente da cucina. Salate il cavolfiore in pastella e servitelo caldo, appena fatto!

  6. Cavolfiore in pastella senza sbollentatura

Note

© 2017, Paola. All rights reserved.

Precedente Torta allo yogurt senza bilancia Successivo Ciambella bicolore all'acqua

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.