Polpette al sugo di Pinuccia

Le polpette sono spesso uno dei cibi legati all’infanzia. Anche queste polpette al sugo sono un mio ricordo d’infanzia, perché me le preparava spesso la mia baby-sitter Pinuccia e così sono rimaste nella nostra tradizione familiare come le polpettine di Pinuccia! 😀 Nutrienti e saporite, con ingredienti facili da trovare e anche molto semplici da cucinare! 😉

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    10+10 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Macinato di manzo di prima scelta 300 g
  • Uova 2
  • Passata di pomodoro 250 ml
  • Aglio 2 spicchi
  • Parmigiano reggiano 2 cucchiai
  • Pangrattato 2 cucchiai
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Vino bianco 1/2 bicchiere
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Semi di finocchio (facoltativo) q.b.

Preparazione

  1. In una padella antiaderente capiente far imbiondire a fuoco medio gli spicchi d’aglio con un filo di olio e.v.o. Sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco e aggiungere la passata di pomodoro. Aggiungere un pizzico di sale. Cuocere per qualche minuto a fuoco basso fino a far stringere la salsa che servirà come fondo per la cottura delle polpette.

    In una ciotola capiente, sbattere le uova con il parmigiano grattugiato, aggiungere la carne macinata di manzo, sale q.b., pepe q.b., prezzemolo tritato, una spolverata di noce moscata, semi di finocchio (facoltativi) e pangrattato. Mescolare bene fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti. Formare con il palmo delle mani delle palline della dimensione di una noce, schiacciarle leggermente e metterle nella padella col sugo. Fare cuocere a fuoco medio 5 minuti circa per lato. Cospargere con un filo d’olio e.v.o. e servire le polpette al sugo calde calde! 😛

    Se vi sono piaciute queste polpette, provate gli altri sfiziosi secondi 🙂

Precedente Frittata agli asparagi selvatici Successivo Crostata morbida alla stracciatella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.