Crostata morbida al limone

Una crostata deliziosa e morbida al limone dal gusto molto delicato e anche facile da preparare, ottenendo un bel risultato. Una torta furba, ma dal successo assicurato, anche per i più negati in cucina! 😀 Basta solo un po’ di pazienza e pochi ingredienti per creare una torta al limone leggera e buonissima che vi farà fare un figurone! 🙂

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 30+5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6-8 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

per la base morbida:

  • Farina 00 160 g
  • Fecola di patate (o maizena) 60 g
  • Uova 2
  • Zucchero 120 g
  • Margarina vegetale (o burro ammorbidito) 100 g
  • Latte 100 ml
  • Lievito in polvere per dolci 1/2 bustina
  • Scorza di limone (di mezzo limone, non trattato) q.b.
  • Vanillina 1 bustina

per la crema al limone:

  • Acqua 250 ml
  • Succo di limone 50 ml
  • Zucchero 170 g
  • Fecola di patate (o maizena) 50 g
  • Scorza di limone (mezzo limone, non trattato) q.b.
  • Margarina vegetale (o burro) 50 g
  • Vanillina 1 bustina

per la decorazione:

  • Granella di zucchero q.b.
  • Ciliegie candite (preferibilmente verdi) q.b.

Preparazione

  1. *Necessario per questo tipo di crostata a base morbida, è uno stampo per crostate, provvisto di scanalatura. Questo stampo metallico per crostate di 28 cm di diametro è stato soprannominato “stampo furbo” e si trova facilmente nei negozi che vendono articoli per la cucina o eventualmente nei più famosi online stores. Grazie a questa scanalatura, rovesciando la base a fine cottura si otterrà una superficie di 1 cm più bassa dei bordi, dove poter spalmare le creme o marmellate.*

    In una ciotola capiente lavorare con uno sbattitore elettrico o una frusta tradizionale le uova insieme allo zucchero fino ad ottenere un impasto cremoso, nel frattempo fare sciogliere in un pentolino a fuoco bassissimo la margarina (o il burro), farla raffreddare qualche minuto e aggiungerla al composto, continuando a mescolare energicamente. Unire la scorza grattugiata di mezzo limone non trattato, la farina, la fecola, la vanillina, mezza bustina di lievito per dolci e per ultimo versare il latte a filo continuando sempre a mescolare amalgamando bene l’impasto. Si otterrà un impasto abbastanza fluido. Imburrare e infarinare la teglia, facendo cadere la farina in eccesso. (Avere l’accortezza di imburrare bene anche ogni scanalatura, una per una anche quelle nel bordo). Versare il composto nello stampo e infornare in forno preriscaldato a 160° per 30 minuti. Già sul finire della cottura la base si dovrebbe staccare dai bordi della teglia. Sfornare e lasciare raffreddare qualche minuto prima di rovesciare la teglia, ottenendo così la base morbida per la crostata. 🙂

    Per la crema: Mettere in una pentola lo zucchero, la fecola o maizena, la vanillina e la buccia intera di mezzo limone non trattato. Versare a filo l’acqua e il succo di limone e amalgamare bene sciogliendo eventuali grumi. Cuocere a fuoco basso per circa 5 minuti, mescolando di continuo ed eliminando i grumi. Spegnere, togliere la buccia di limone e aggiungere a fuoco spento la margarina o burro, fino a incorporarla completamente, ottenendo una crema dalla consistenza gelatinosa. Lasciarla intiepidire e cospargerne tutta la superficie della crostata, utilizzando per spalmare o una spatola o la lama di un coltello grande, livellando bene la crema al limone.

    Per la decorazione, si può abbellire la crostata morbida come si preferisce, magari con fiori di pasta di zucchero dura e/o canditi. L’importante è evitare decorazioni morbide o che potrebbero assorbire troppo l’umidità dell’acqua e del limone della crema, perché potrebbero sciogliersi o diventare molli. Ovviamente, lasciare raffreddare la crema prima di decorare. Io ho semplicemente cosparso la superficie con della granella dura di zucchero e ho creato delle facilissime foglioline tagliando delle ciliegie candite verdi. Al centro ho collocato una rosa fatta di scorza fresca di limone con una ciliegia al centro. 😉

    Prima di servire la crostata, meglio lasciarla riposare in frigo per almeno mezzora. Se ne dovesse avanzare, si conserva in frigo in un contenitore ermetico per un paio di giorni. 🙂

    Se vi è piaciuta questa ricetta, provate gli altri deliziosi dolci! 🙂

     

Note

Precedente Idee Salate per Pasqua 2018 Successivo Idee Dolci per Pasqua 2018

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.