pasta e fagioli con maltagliati

Oggi si mangia pasta e fagioli con maltagliati. I fagioli da sempre sono i protagonisti dell’alimentazione dell’uomo in ogni parte del mondo. Dal punto di vista nutrizionale, i fagioli sono  alimenti ricchi di fosforo, fibre e vitamina B1, fondamentale per la funzionalità del sistema nervoso, e poveri di grassi. 

pasta e fagioli con maltagliati

Pasta e fagioli con maltagliati

INGREDIENTI per 4 persone

  • 500  gr di fagioli borlotti secchi
  • 100 gr di pomodori pelati
  • 1 carota
  • 1 costola di sedano
  • 1 cipolla piccolina
  • 1 spicchio di aglio
  • parmigiano reggiano
  • olio evo
  • sale e pepe
  • per la pasta
  • 100 gr di farina 00
  • 100 gr di semola
  • 2 uova

PREPARAZIONE

Per questa pasta e fagioli con maltagliati, la sera prima mettere a bagno i fagioli secchi in una ciotola abbondantemente coperti di acqua.

Preparate la pasta facendo una fontana con le farine, rompervi le uova e impastare fino ad ottenere una palla liscia. Coprite con un canovaccio e lasciate riposare almeno 1 ora.

Stendete la sfoglia, arrotolatela su se stessa e tagliatela con un coltello affilato alternando un taglio verso destra inclinato di 45° e uno verso sinistra sempre inclinato di 45°. Proseguite nello stesso modo da una punta all’altra del rotolo, poi staccate la pasta e lasciate asciugare.

Sgocciolate i legumi e trasferiteli in un tegame con l’olio e un trito di sedano, carota, cipolla e aglio lasciate insaporire 5 minuti, quindi aggiungete i pomodori pelati coprite di acqua e lasciate cuocere su fiamma moderata per un paio di ore.

Terminata la cottura, passate al passaverdure metà fagioli e amalgamate la purea ottenuta al resto dei fagioli, salate e pepate e unite la pasta.

A fine cottura mettere la zuppa in una scodella e spolverizzarla con abbondante parmigiano reggiano.

Ti è piaciuta questa ricetta? Seguimi su Facebook IOINCUCINACONTE per tante altre ricette

Precedente penne alla arrabbiata Successivo farfalle melanzane speck e olive

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.