Crea sito

Corona di frutta secca e canditi

Oggi prepariamo questa corona di frutta secca. Natale è alle porte, iniziamo a pensare ai regali e ai pranzi e cene di questo periodo, nel quale i dolci la fanno da padrone. Il croccante è uno dei dolci tipici, io oggi ho voluto prepararlo in una versione originale, a forma di corona. Può sembrare difficile la sua preparazione, ma non lo è, bisogna solo avere un po’ di accorteza quando si maneggia il prodotto ancora un poco caldo, ma per il resto è facilissimo.

  • DifficoltàAlta
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo6 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la corona di frutta secca

  • 130 gMandorle pelate
  • 130 gNocciole intere spellate
  • 130 gNoci sgusciate
  • 50 gNoci di Maccadamia sgusciate
  • 50 gPinoli
  • 50 gCanditi misti a dadini
  • 50 gCiliegie candite
  • 150 gMiele
  • 130 gZucchero
  • 50 gFarina

Strumenti

  • 1 Coltello
  • 1 Leccarda
  • 1 Barattoli
  • 1 Casseruola
  • 1 Cucchiaio di legno
  • Alluminio

Preparazione della corona di frutta secca

  1. Accendete il forno a 180°. Foderate una leccarda con carta forno, allargate sopra la frutta secca e tostate per 5 minuti. Togliete dal forno, lasciate raffreddare e dividete in due parti le noci. Dividete a metà anche le ciliegie candite.

    Foderate con carta di alluminio la leccarda, prendete un barattolo di alluminio (quello dei facioli, piselli ecc. va bene) e foderate anche quello. Ungete bene con un filo di olio la placca ed il barattolo foderati di alluminio e lasciate da parte.

    Mettete sul fuoco una casseruola abbastanza grande (che possa contenere tutta la frutta secca), aggiungete il miele e lo zuchero, fate prendere il bollore, a fiamma bassa e mescolando.

    Unite, poco per volta, la frutta secca, quindi i canditi e le ciliegie, sempre mescolando. Face andare per 8 minuti.

    A questo punto incorporate, lentamente e uno alla volta, 4 cucchiai di farina. Abbassate la fiamma al minimo e continuate la cottura, sempre mescolando, per altri 10 minuti.

    Vesare il composto sulla leccarda foderata di alluminio e lasciate raffreddare un poco. Quando riuscite a lavorare il prodotto senza scottarvi, ma deve essere ancora caldo perchè altrimenti non riuscite a modellarlo, iniziate a modellare il composto di frutta secca e miele in un cordone e giratelo attorno al barattolo in modo da formare una corona.

    Fate asciugare per 6 ore, infornate di nuovo per 30 minuti in forno a 180°, togliete dal forno, sfilate il barattolo, lasciate raffreddare e decorate la corona a piacere.

……e se ne rimane

  1. Naturalmente il croccante potrebbe anche non esssere consumato tutto subito. Si mantiene anche un mese conservato in pezzi piccoli in barattoli di vetro o in scatole di latta foderate con carta forno.

Quale vino bere

  1. Per questo dolce, consiglio un vino bianco sardo, intensamente dolce, vellutato e profumato come il Moscato di Cagliari Liquoroso.

Piccoli trucchi per la riuscita del croccante.

Perché il croccante riesca alla perfezione è importante seguire queste semplici regole. Per prima cosa, aggiungete sempre del succo di limone allo zucchero, perché gli impedisce di cristallizzare. Ricordate di toglierlo dal fuoco quando il caramello è un po’ più chiaro del colore che desiderate perché, raggiungendo una temperatura molto alta (lo zucchero caramella a circa 200°C), continua a cuocere finché si raffredda e rischia di diventare troppo scuro e amaro. La fiamma di cottura non deve oltrepassare il fondo della casseruola: se tocca le pareti, lo zucchero che vi aderisce si brucia e compromette la buona riuscita del croccante.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.