Privacy Policy Vini come abbinarli ai cibi e perchè su di loro si deve investire

Vini come abbinarli ai cibi e perchè su di loro si deve investire

Vini come abbinarli ai cibi e perchè su di loro si deve investire e non risparmiare. Un vino di qualità valorizza anche l’ingrediente più povero.

I vini fanno da sempre parte della nostra cultura culinaria, ricordo ancora quando anni fa visitai Pompei e i suoi vigneti di uva fragola ancora intatti e rigogliosi come al tempi degli Etruschi.

Ogni piatto ha il suo vino di accompagnamento ideale, che sia un piatto di pesce, di carne, un primo o un finger food. Un bicchiere di vino al giorno dona dei benefici al nostro corpo in quanto fonte di antiossidanti che agisce in maniera positiva sui livelli di colesterolo, trigliceridi e glicemia di base.

Per abbinare un vino bisogna creare la giusta armonia tra sapori e profumi tra quello che si mangia e ciò che si beve.

Tabella esplicativa sul come abbinare il vino ai cibi

Per scegliere il vino giusto bisogna innanzitutto identificare il sapore del cibo: se è dolce, salato, affumicato, speziato, acido, piccante ecc.. Ad esempio un piatto delicato richiede un vino dai toni tenui mentre invece un piatto dai toni forti come ad esempio la carne alla brace richiede un vino robusto.

Nel servire i vini si inizia sempre con quelli più giovani per terminare con i vecchi, si inizia con i leggeri per terminare con quelli più robusti. Perchè man mano che si va avanti con la degustazione i segnali che le papille gustative inviano al cervello sono sempre meno forti quindi è importante abbinare il vino giusto per far si che ogni morso sia ottimo come il primo.

Un’altra curiosità è che i vini bianchi devono essere serviti sempre prima dei rossi, prima il vino fresco e poi quello a temperatura ambiente, prima i secchi e poi quelli abboccati ed infine prima i più prestigiosi e dopo i semplici.

Un consiglio importante: evitate i vini dai costi eccessivamente bassi che sono poveri di qualità e ricchi di solfiti e tannino, un vino di qualità esalta anche il piatto più povero e vi donerà un piacere sensoriale che difficilmente i vini economici vi donano. I vini sotto i 2 euro (o i boccioni dei discount da 3-4 o 5 euro) utilizzateli solamente per cucinare, mai per degustazione, la vostra salute vi ringrazierà.

Sui nostri vigneti bisogna investire perchè sono l’eccellenza del nostro paese, un prodotto di qualità che merita.

 

Pubblicato da incucinaconramy

Copywriter, blogger lifestyle e food, adoro cucinare, scrivere, disegnare, amo fare giardinaggio, giocare ai videogames. Sono una persona sensibile, timida e riservata.

it_ITItalian
Powered by TranslatePress »