Ravioli campidanesi di mia Nonna Maria, facili e saporiti

Ravioli campidanesi di mia Nonna Maria, facili e saporiti. Una ricetta della tradizione della mia famiglia, il piatto che riuniva tutti a tavola.

Vi siete mai chiesti perchè i ravioli della nostra nonna erano così buoni? Ve lo spiego io il perchè, erano realizzati con un ingrediente segreto molto potente: l’amore. L’amore per la famiglia, cucinare sempre pensando di rendere felici i figli e i nipoti. Mia nonna era una donna dal cuore grande, quando preparava questi ravioli era per riunire a tavola figli e nipoti, e noi piccolini puntualmente la aiutavamo a mettere il ripieno nella pasta, rubacchiando qui e lì.

Da quando lei se n’è andata io non li ho più mangiati, ma questa quarantena obbligata mi ha fatto capire che è giusto onorare la sua memoria riportando i vita le sue tradizioni. Quindi ho chiesto a mio padre le info sul ripieno ed eccomi qui a prepararli. Spero di vederli in tutte le vostre tavole e che li amiate come li amo io.

Impasto:


Per 2 persone
300 gr farina 00 @molinocipolla
90 ml acqua
Stendere le lasagne e poi dare la forma desiderata


Ripieno dei ravioli campidanesi:


250 gr ricotta
1 buccia grattugiata arancia
2 bucce grattugiate limone
1 bustina zafferano
1 pizzico di sale
1 pizzico di zucchero

Fateli cuocere in abbondante acqua salata per 5 minuti poi conditeli con un semplice sugo al pomodoro e basilico.

 

Pubblicato da incucinaconramy

Copywriter, blogger lifestyle e food, adoro cucinare, scrivere, disegnare, amo fare giardinaggio, giocare ai videogames. Sono una persona sensibile, timida e riservata.