Pizza Monte Arci, il suo ripieno vi farà innamorare

Pizza Monte Arci, il suo ripieno vi farà innamorare. La mia prima ricetta in collaborazione con il salumificio Monte Arci.
Eccoci arrivati all’appuntamento del sabato, la prima ricetta in collaborazione con il Salumificio Monte Arci, con il quale io ho un legame fatto di ricordi felici sin dalla mia infanzia. I suoi salumi mi hanno accompagnata sin dalle elementari, quando mia mamma ne farciva una rosetta per merenda (e puntualmente la facevo sparire prima).

In questa ricetta vi presento la “salsiccia del contadino”, la classica salsiccia stagionata a forma di ferro di cavallo che amiamo tutti alla pazzia. Prodotta da carni selezionate in maniera accurata e rigorosamente lavorate a mano, la sua peculiarità è il profumo intenso e la colorazione vivace con le piccole parti bianche di grasso distribuite in maniera uniforme. Il suo sapore è semplice, come quello della tradizione salumiera sarda, amabile e con ispirazione alle antiche ricette della produzione rurale campidanese, ma marchiato come solamente il nostro Monte Arci ci può dare.

A tal proposito vi invito a seguire il Salumificio Monte Arci sui social:
Facebook https://www.facebook.com/salumificiomontearci/
Instagram https://www.instagram.com/salumificiomontearci/
Sito ufficiale www.salumificiomhttp://www.salumificiomontearci.it/ontearci.it

Potete acquistare i loro prodotti nei migliori negozi di alimentari, nel mio paese di residenza, a Sini, li trovate al Market Zoccheddu Raffaele.

  • CucinaItaliana

Ingredienti per l’impasto

  • 500 gfarina Manitoba
  • 300 mlacqua
  • 1 bustinalievito di birra secco
  • 1 pizzicosale
  • 2 cucchiainizucchero
  • 4 cucchiaiolio extravergine d’oliva

Ingredienti per la farcitura

  • 16fette di salsiccia del contadino (almeno ma voi abbondate)
  • 150 gpecorino sardo morbido
  • 2mozzarelle di latte vaccino
  • 8asparagi selvatici
  • 4 cucchiaipassata di pomodoro
  • q.b.origano secco

Preparazione della pizza monte arci

  1. Come prima cosa prepariamo l’impasto, nella ciotola della planetaria aggiungiamo la farina, il lievito di birra e lo zucchero.

  2. Mescolate per bene gli ingredienti poi aggiungete l’olio extravergine d’oliva, l’acqua e impastate a velocità media.

  3. Come ultimo ingrediente aggiungete il sale e impastate a velocità bassa per 10 minuti.

  4. Infarinate il piano di lavoro e lavorate a mano l’impasto facendo delle pieghe dal basso verso l’alto e poi mettetelo a lievitare nella ciotola coperto dalla pellicola trasparente.

  5. Lasciate lievitare almeno 6 ore.

    Quando l’impasto sarà raddoppiato prendetelo e “idratatelo”con un pizzico di farina. Modellatelo in modo da formare un cilindro lungo e staccate 4 palline che devono avere tutte lo stesso peso.

  6. Stendete ogni pallina a partire dal centro premendo con le dita e lasciando il cornicione un poco gonfio poi posate una pizza alla volta nella padella preriscaldata e lasciatela cuocere con coperchio 10 minuti a fiamma medio alta. Ogni tanto muovetela per non farla attaccare.

  7. A 5 minuti dal termine cottura mettete il condimento: prima la passata di pomodoro poi l’origano, la mozzarella tagliata a pezzettini, la salsiccia del contadino, gli asparagi tagliati piccoli, le scaglie di pecorino sardo e infornate sopra la pietra ollare (o refrattaria) a temperatura massima con funzione grill veloce per circa 5/6 minuti, controllate che il cornicione sia colorato. Se notate che da una parte è meno colorato giratela aiutandovi con la pala per pizza. Una volta pronta tiratela fuori e gustate

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
 

Pubblicato da incucinaconramy

Copywriter, blogger lifestyle e food, adoro cucinare, scrivere, disegnare, amo fare giardinaggio, giocare ai videogames. Sono una persona sensibile, timida e riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *