Privacy Policy Clementine, frutti dolcissimi, ricchi di vitamina C e ipocalorici

Clementine, frutti dolcissimi, ricchi di vitamina C e ipocalorici

Clementine, frutti dolcissimi, ricchi di vitamina C e ipocalorici. Uno dei frutti più amati da tutte le età durante il periodo invernale.

Oggi iniziamo una nuova rubrica sulla frutta e verdura a km 0, parliamo di un frutto dolcissimo ma ipocalorico: la clementine.

La clementina è il frutto più diffuso al mondo visto che è un ibrido tra il mandarino e l’arancio amaro, fa parte degli agrumi come il limone, l’arancia, il pompelmo, il mapo, il kumqat, il pomelo e il lime. Spesso mi confondevo, li chiamavo al maschile ma ieri ho imparato che clementino è la pianta e clementina è la frutta. Vengono coltivate prettamente nel sud Italia e Isole, parlando della nostra nazione, perchè prediligono le zone soleggiate.

I loro frutti vengono raccolti nella stagione invernale da novembre a febbraio e ci permettono di fare un’importantissima scorta di vitamina C contro i malanni tipici della stagione più fredda dell’anno.

Clementini appena acquistati dal produttore a km 0 super profumati e ricchi di succo

Fonte naturale di vitamina C aiutano a prevenire i malanni stagionali come raffreddore e influenza, aiutano l’assorbimento del ferro quindi sono un ottimo alleato in caso soffriate di anemia come me.
Oltretutto ricchi di potassio aiutano a prevenire crampi muscolari.

Perchè si chiamano così?

Una piccola curiosità sul loro nome, prendono il nome dal loro scopritore: il reverendo Clément, ma si suppone si conoscessero anche prima perchè ci sono dei riscontri nella storia cinese e giapponese di oltre 3000 anni fa.

Un’altra curiosità è sul fatto che nascano senza semi, sapete perchè? Il polline del clementino non riesce a fertilizzare i suoi fiori quindi se in un giardino o in un orto avete esclusivamente clementini, questi produrranno clementine senza semi. Per ottenere quelle con i semi sono necessari degli innesti o piantarci altri agrumi vicino.

Identikit delle clementine

  1. La sua buccia è spessa e si apre a spicchi.
  2. Il suo colore è aranciato.
  3. La polpa possiede un colore intenso ed è molto succosa.
  4. Gusto simile a quello dell’arancia, anche se più dolce.
  5. Forma rotonda e grossa
  6. Può essere senza semi o con pochissimi semi (ne troverete poco più di 10 per ciascun frutto)
  7. Sono composte al 70% di saccarosio e il restante è diviso tra glucosio e fruttosio.
Le clementine sono una sferzata di energia naturale


È una sferzata di energia, il potere del sole in inverno

Sono un frutto ad alto contenuto di beta-carotene che possiede elevate qualità antiossidanti, una scelta molto furba per chi ama prendere la tintarella anche in inverno.

Effetto calmante


Meglio della camomilla le clementine hanno un effetto calmante quindi sono perfetti per un buon sonno ristoratore.
Consigliata una bella spremuta al mattino o mangiarli direttamente a spicchi .

Un valido aiuto per chi soffre di stitichezza

Essendo un frutto ad alto contenuto di fibre, la clementina consumata regolarmente favorisce la regolare funzionalità intestinale e quindi contrasta e addirittura previene la stitichezza.

Controindicazioni

E’ buon consiglio limitare le dosi di questo frutto alle persone diabetiche per via dell’elevato contenuto di zuccheri, consultate sempre prima il vostro medico. Anche per chi non soffre di diabete è buona norma evitarne un consumo eccessivo, soprattutto se soffrite di gastrite o se state allattando perchè potrebbe creare acidità.

 

Pubblicato da incucinaconramy

Copywriter, blogger lifestyle e food, adoro cucinare, scrivere, disegnare, amo fare giardinaggio, giocare ai videogames. Sono una persona sensibile, timida e riservata.

it_ITItalian
Powered by TranslatePress »