Calzone fatto in casa ripieno cotto su pietra refrattaria

Calzone fatto in casa ripieno cotto su pietra refrattaria, facilissimo da realizzare anche se ci vuole qualche ora di lievitazione, golosissimo.
Buona sera carissimi, in questi giorni sembra stia finalmente arrivando il freddo, non se ne poteva più di caldo e zanzare. Questa sera vi propongo una ricetta molto semplice, un calzone ripieno cotto in pietra refrattaria. Come sapete la pietra refrattaria permette una cottura più veloce, rendendo il cibo più croccante e saporito, una cottura più naturale.
Dove trovare la pietra refrattaria? Per il caminetto o per il forno la trovate su amazon, di varie misure in base alla grandezza dei cibi che volete preparare. Una volta scelta la pietra vi basterà metterla nel forno e lasciarla riscaldare a 230 gradi per alcuni minuti.
Per realizzare l’impasto ho utilizzato la farina per lievitati del Molino Cipolla, una farina unica nel suo genere perchè non solo rende l’impasto liscio e lievita molto più in fretta ma rende il prodotto finale proprio come quello della pizzeria.

Sponsorizzato da Molino Cipolla

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo5 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il ripieno

  • 100 gsalame ungherese
  • 1/2 bicchierePassata di pomodoro
  • 1 filoOlio extravergine d’oliva
  • q.b.Origano
  • 3mozzarelle

Strumenti

  • Planetaria
  • Forno

Preparazione

  1. Come prima cosa prepariamo l’impasto mettendo prima gli ingredienti secchi (tutti tranne il sale), fateli mixare per circa 2 minuti poi aggiungete i liquidi e fate impastare a velocità 2 per 3 minuti. Aggiungete il sale e fate impastare per 10 minuti a velocità 3 per attivare il lievito.

  2. Fate riposare l’impasto per 5 ore circa

  3. Impastate nuovamente, create delle palline di circa 8 cm di diametro e fate riposare un’altra ora coperto da un panno.

  4. Prendete la farina e spargetela sul piano di lavoro, una pallina di impasto e iniziate a schiacciarla con il mattarello per spianarla. Al centro mettete prima il pomodoro, poi l’origano, l’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale, il salame e infine la mozzarella tagliata a dadini. Richiudete dando la classica forma di mezzaluna. Dove vedete che rimane aperto dovete chiuderlo verso l’alto pinzandolo con le dita per fare in modo che non si apra.

  5. Accendete il forno per far riscaldare la pietra refrattaria per 10 minuti a 230, statico mi raccomando.

  6. Prendete una pala da pizzaiolo, io ne ho una in acciaio la preferisco al legno perchè scivola meglio la pietanza. Spolverateci sopra la farina e fateci salire sopra il calzone partendo la basso lo farete scivolare sulla pala, non usate assolutamente le mani. Poi fatelo scivolare sulla pietra refrattaria, chiudete il forno e cuocetelo a 230 gradi per circa 10 minuti muovendolo di tanto in tanto con l’aiuto della pala.

Variazioni

Potete sbizzarrirvi con il contenuto del calzone, una versione veggy con melanzane, peperoni e zucchine oppure una versione marinara con gamberetti e surimi spolverati di bottarga. Insomma divertitevi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
 

Pubblicato da incucinaconramy

Copywriter, blogger lifestyle e food, adoro cucinare, scrivere, disegnare, amo fare giardinaggio, giocare ai videogames. Sono una persona sensibile, timida e riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *