Crea sito

Seadas o sebadas

La Sardegna e’ la regione dove trascorro le mie vacanze estive ma quest’ anno ho onorato la mia di regione e sono stata ad Ischia, bella per carità’ ma con qualche pecca che mi ha fatto rimpiangere la Sardegna. Oggi riposavo e nel dormiveglia mi sono comparse le immagini del tipico dolce sardo, le Seadas o Sebadas, subito le mie dolci sensazioni mi hanno resa lucida, ho realizzato che nel mio congelatore giaceva il tipico formaggio sardo, il primo sale, che preventivamente avevo comprato e congelato con l’abbattitore di temperatura FRESCO della Irinox  ed ecco, voila’, che ho preparato questa goduria…i miei sensi si sono placati gustandole in attesa di mangiarle direttamente nella terra madre..ve le propongo, vi piacciono ?

INGREDIENTI:
500 gr semola di grano duro
3 uova
pizzico di sale
140 gr di acqua (da regolare se aggiungerne in più o in meno a secondo di come la semola assorbe l’acqua fino ad avere un impasto elastico e liscio)
3 cucchiai di olio ( in genere si usa lo strutto ma io le ho volute più leggere)
RIPIENO:
1 kg di pecorino fresco definito primo sale
scorza di limone grattugiata
scorza di 2 arance grattugiata
PREPARAZIONE:
impastare la semola con le uova, l’olio ( o strutto) ,sale e l’acqua necessaria per rendere l’impasto liscio ed elastico. Mettere a riposare questo impasto per circa 30 minuti coperto da una ciotola capovolta.
Grattugiare il formaggio ed impastarlo con la buccia grattugiata di un limone e di due arance preferibilmente biologiche.
A questo punto riprendere l’impasto e stenderlo sottile, ritagliare dei dischi di 10/12 cm di diametro, al centro mettere una cucchiaiata di formaggio e chiudere con un altro disco di pasta sigillandone i bordi con albume d’uovo. Preparate tutte le seadas, friggerle in abbondante olio e servirle calde  con una spolverata di zucchero a velo oppure versando sopra del miele (presentazione originale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.