Crea sito

Arancini..(o arancine)

image

Un’amica qualche settimana fa ha proposto un acquisto collettivo di un nuovo attrezzo casalingo, l’Arancinotto che serve a preparare gli arancini siciliani, certo si preparano anche a “mano libera” ma con questo accessorio si preparano in un attimo e il risultato è eccellente. Io comunque posto la ricetta di chi volesse cimentarsi in questa preparazione.

Ingredienti:

500 g riso (metà riso originario e metà Roma)

1,250 g acqua

100 g burro

10 g dado

10 g sale

1 bustina di zafferano (in alternativa sugo al pomodoro)

Ripieno:

300 g macinato (metà manzo e metà suino)

1 carota

1 cipolla

sedano

1 cucchiaio concentrato di pomodoro

1 bicchiere vino bianco

sale e pepe

piselli

150 g scamorza a dadini

Preparazione:

Cominciamo con il far bollire l’acqua con il burro, dado, sale, quando bolle versare il riso mescolando una prima volta subito appena versato ed un’altra volta quando l’acqua riprende il bollore, coprire e far cuocere il riso fino a che l’acqua verrà assorbita completamente, prima di spegnere aggiungere la bustina di zafferano. Una volta cotto, versare il riso in una placca larga e farlo raffreddare.

Preparare il ripieno facendo soffriggere carota, cipolla e sedano, quando il tutto si è imbiondito aggiungere la carne e mescolare, versare il vino e far sfumare, a questo punto si possono mettere sia i piselli che il concentrato di pomodoro sciolto in un bicchiere di acqua, salare e pepare e far cuocere lentamente, nel caso asciugasse troppo  si può allungare il sugo con qualche bicchiere di acqua, continuare la cottura per circa 15/20 minuti.

A questo punto io ho usato l’arancinotto, chi non ce l’ha prenda una quantità di riso nel palmo della mano, farne al centro una cavità e mettere un po’ di ripieno di carne più qualche dadino di scamorza, chiudere e lavorare ottenendo una grossa palla e pian piano creare la famosa punta tipica degli arancini, sistemare in un vassoio ricoperto di carta forno. Quando si finisce di preparare tutti gli arancini metterli in frigo a rassodare un po’. Intanto preparare la pastella che servirà come collante per il pangrattato.

Pastella:

300 g acqua

200 g farina

10 g sale

qualcuno aggiunge anche 1 uovo ma io non l’ho trovato indispensabile e come da me indicato è la giusta proporzione per ottenere una pastella densa da ricoprire. Riprendere gli arancini dal frigo e passarli uno ad uno prima nella pastella e poi cospargerli di pangrattato.

Friggerli in abbondante olio per immersione completa.

Io ho preparato la versione classica ma si possono aggiungere altre farce come funghi, besciamella, salame ecc…sbizzarritevi!!

Buon  appetito!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.