Riciclo olio vegetale per frittura

 

Il riciclo dell’olio vegetale per frittura è una cosa che non poteva mancare nel mio blog vista la mia attenzione molto elevata verso la salute. Soprattutto se fate una ricetta come la tempura per esempio non potete non informarvi su questo argomento.

Anzitutto diciamo che una frittura è fatta bene se non si impregna di olio. Perché questo succeda, bisogna che la patatina, il pezzo di verdura, la cotoletta o qualunque cosa intendiate friggere, non va inserita nell’olio prima che questo sia meno che bollente. Se volete cuocere l’interno la temperatura deve essere sui 150 gradi, se invece volete sigillare l’esterno e conservare l’interno, dovete salire di una ventina di gradi almeno.

Il punto di fumo dell’olio è la temperatura alla quale l’olio inizia a decomporsi, producendo sostanze cancerogene. Va da sé che la nostra frittura non può superarlo.

Punto di fumo degli oli vegetali
Punto di fumo degli oli vegetali

Un olio da frittura potrebbe, in teoria, essere usato fino a 6 volte prima di potersi considerare esausto.

Dopo che l’avete usato va smaltito. Tenete sempre presente che un litro d’olio inquina 10.000 litri d’acqua potabile. Se buttate l’olio della frittura nello scarico di casa vostra sarete la causa di un piccolo disastro ambientale. Anche se poco, rimuovetelo con la carta assorbente buttandolo poi nella spazzatura; ma, mi raccomando, non buttatelo nello scarico di casa.

La prima operazione da fare e lasciare raffreddare la pentola prima di estrarlo da qualsiasi attrezzo utilizzato per cucinare. Facendo ovviamente attenzione a non farlo venire in contatto con la pelle o può essere la causa di ustioni molto dolorose. 

I rimedi naturali per le scottature da olio bollente li potete trovare cliccando sul link.

Una volta freddo lo dovete versare lo potete versare in un contenitore di plastica o vetro avendo l’accortezza di sistemare un foglio di carta assorbente sulla bocca del recipiente per filtrare gli eventuali residui alimentari che possono essere cause di muffe.

La prima cosa che puoi fare dell’olio esausto è donarlo alla tua città che ne farà del combustibile biodiesel. Mettete su Google “punti di raccolta olio” seguito dal nome della propria città e vi comparirà l’elenco di dove potete portarlo.

Riciclo olio esausto per frittura
Riciclo olio esausto per frittura

Usi alternativi dell’olio esausto vegetale

  1. Ungere la pala da neve: se ungete di olio esausto la pala, la neve non si attaccherà ed il lavoro sarà molto più facile;
  2. Metterlo come combustibile in una lampada ad olio se ne avete una da usare se manca la luce;
  3. Puoi usarlo come dopobarba (ho letto che si può fare ma io non ci ho mai provato);
  4. Fare il sapone con l’olio esausto

 

 

 

 

Summary
Riciclo olio vegetale per frittura
Article Name
Riciclo olio vegetale per frittura
Description
Il Riciclo dell'olio vegetale esausto che avete utilizzato per la vostra frittura è essenziale per l'ambiente. E' un disastro se lo buttate nello scarico.
Author
Publisher Name
Girone dei golosi
Publisher Logo
Precedente Come scegliere le uova Successivo Come fare i panini all'olio in casa.