Prima di cucinare i carciofi

 

Prima di cucinare i carciofi, qualunque sia la ricetta che volete fare (alla giudia, in umido o anche marinati in olio e limone), dovrete prima prepararli in modo adeguato.

E’ meno difficile di quello che sembra.

Proprietà dei carciofi

Attrezzatura per pulire i carciofi

L’ideale per pulirli sarebbe dotarvi di un coltello chiamato spelucchino. In sua mancanza potete usare anche un banale cucchiaino da caffè.

Ha una lama liscia o dentata ed un manico corto. Potete trovarlo in qualunque negozio che venda attrezzature da cucina. Per esempio a Roma lo trovate da Petrini ad Ottaviano o da Contini vicino Piazza Re di Roma.

Spelucchino
Spelucchino

 

Poi prendete un recipiente grande quanto basta da contenerli tutti. Poi riempitelo con acqua e succo di limone per renderla acida. I carciofi diventano neri facilmente; per evitarlo, devono essere immersi in acqua acida e tirati fuori solo al momento di utilizzarli o congelarli.

Pulire i carciofi

Prendete il carciofo, tagliate via la parte bassa del gambo e la parte alta che comprende le eventuali punte.

Poi togliete la parte esterna del gambo ed i primi 2-3 strati di foglie in superfice, che risultano dure e quindi non mangiabili. Se dovete friggerli, potete toglierne un po’ meno perchè le foglie diventano croccanti e più commestibili. Alla fine vi resterà solo il cuore del carciofo, che è quello che serve per la preparazione delle ricette.

Adesso potete iniziare la pulizia. Usando lo spelucchino o, in mancanza, un cucchiaino da caffè, si tratta di togliere la “barba del carciofo” ossia la peluria che a volte (non sempre) può trovarsi all’interno e che risulta molto fastidiosa se ingerita.

Ci sono a questo punto due modi di procedere a secondo della ricetta:

  1. Vi serve il carciofo intero: aprite il carciofo con le dita ed aiutandovi con un cucchiaino da caffè rimuovete la barba interna; in questo caso il cucchiaino è meglio dello spelucchino perchè lo spelucchino taglia ma non rimuove.
  2. Potete dividere il carciofo a metà: in questo caso dividete il carciofo esattamente in due parti uguali e, con lo spelucchino, tagliate e rimuovete la peluria interna.

 

Carciofo pulito a sinistra
Carciofo pulito a sinistra

Congelare i carciofi

Fate molta attenzione a non congelare i carciofi tutti assieme da subito, o ve li ritroverete tutti attaccati; se dovrete utilizzarne solo una parte sarà un’impresa dividerli.

Avvolgeteli uno per uno in carta stagnola, ben separati, e metteteli così nel congelatore.

Le ricette che potrete preparare con queste sono molto buone e salutari, In questo blog potete trovare per esempio:

Carciofi alla giudia a doppia frittura

Carciofi alla romana ottimi con le patate

 

Pasta alla carbonara con carciofi

Summary
Prima di cucinare i carciofi
Article Name
Prima di cucinare i carciofi
Description
Imparate a pulire i carciofi come si deve. Potrete così preparare un sacco di ricette buone e salutari.
Author
Publisher Name
Girone dei golosi
Publisher Logo
Precedente Sale celtico proprietà e ricette Successivo Carciofi alla romana ottimi con le patate