Peperoni sottaceto, per la caponata o in agrodolce

 

I peperoni sottaceto è un piatto molto facile da preparare vegan e senza glutine che nella dispensa dura anche alcuni mesi. Può essere usato facilmente per esempio per un’ottima caponata o come base per i peperoni in agrodolce. Ed abbinateci le spezie che volete secondo il vostro gusto, quindi pepe, aglio, alloro, timo o peperoncino. Io ci metto l’origano.
Scegliete peperoni leggermente indietro rispetto alla piena maturazione per avere una conserva che vi duri un po’ più a lungo.

Peperoni sottaceto
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 3 Minuti
  • Porzioni: 500 grammi
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 1 kg Peperoni non troppo maturi
  • 1 l Acqua
  • 1 l aceto (Uso il bianco perchè non altera il colore dei peperoni (acidità <=5%))
  • Tutte le spezie che volete

Preparazione

  1. Sono adatti il Pinot Nero, il Sangiovese o il Chianti, per tutti i piatti in agrodolce.

Organizzazione del piatto

  1. Lavate i peperoni, asciugateli ed eliminate il picciolo. Poi tagliateli a metà, togliete i semi e le parti bianche indigeste. Infine tagliateli peperoni a strisce non troppo fini.

Preparazione del piatto

  1. Mettete metà dell’aceto in una pentola capiente, unite un litro di acqua, una manciata di sale dell’Himalaya, e le spezie che volete. Fate bollire, aggiungete i peperoni e spegnete la fiamma, coprite e lasciate riposare per cinque minuti.

    Attenzione

    Un’eccessiva bollitura danneggia i peperoni sottaceto perchè altera la soluzione acetica. Se per caso vi succede, aggiungete altro aceto e riportate a bollore la soluzione.


    Scolate i peperoni con una schiumarola, metteteli su un canovaccio pulito, tamponateli con carta assorbente da cucina e lasciateli asciugare completamente.

    Riempite 4 barattoli sterili barattoli con i peperoni, distribuite le spezie che avete scelto nei vari barattoli.
    Versate aceto fino a coprirli di qualche centimetro. Se necessario premete con un cucchiaio per pressare i peperoni al di sotto del livello dell’aceto.

    [mc4wp_form id=”1544″]

    Chiudete i barattoli e riponeteli in un posto al buio e fresco per 30 giorni prima di utilizzarli perchè si impregnino bene del sapore dell’aceto.
    Io uso la ricetta in genere per preparare un antipasto di peperoni sottaceto. Ma nulla mi vieta di metterli sotto il riso basmati per esempio o vicino le scaloppine.
    Cliccando sul link a fianco trovate comunque la ricetta dei peperoni in agrodolce

Note

APPROFONDIAMO L’ARGOMENTO PEPERONI.

Sopra vi ho detto di scegliere i peperoni meno maturi perché la conserva duri di più. Diciamo quindi come si distinguono i peperoni un po’ meno maturi.

Facile: predomina il colore verde. I pèperoni verdi sono la versione meno matura di quelli rossi, gialli ed arancioni ed a volte possono causare disturbi nella digestione. Richiedono anche meno tempo per crescere e quindi costano anche meno.

Tutti i peperoni contengono grandi quantità di vitamina A e C. Quelli rossi contengono molto beta-carotene, fondamentale nella lotta al cancro. Quelli gialli hanno piu’ vitamina C ma meno vitamina A e beta-carotene.

CONSERVIAMO I PEPERONI SOTTACETO

Seguendo i consigli ed uno dei due procedimenti che passo a dire qui sotto i peperoni si possono conservare fino a due anni.

Usate i barattoli specifici per conserve. In genere sono da mezzo litro di capienza e contengono possono contenere fino a 450 grammi di peperoni. Puliteli bene internamente ed esternamente con un panno pulito e passate un coltellino sul bordo esterno per eliminare le eventuali bolle d’aria.

Lasciate uno spazio di un paio di centimetri con il bordo del barattolo quando lo riempite.

Scegliete un aceto forte, ossia con un’elevata percentuale di acido acetico. Potete scegliere sia quello bianco, sia quello rosso, sia altri tipo quello di mele. Solo quello bianco fa restare inalterato il colore dei peperoni, gli altri possono scurirlo senza però alterarne le qualità o le proprietà nutritive.

Primo procedimento.

Adesso prendete una pentola capiente, riempitela d’acqua per metà e posizionateci dentro una griglia. Poi mettete dentro i barattoli pieni di peperoni. Impostate il timer quando l’acqua inizia a bollire.

Il tempo di bollitura per i barattoli da mezzo litro deve essere di 10 minuti maggiorato di 2 minuti ogni 300 metri in più sul livello del mare.

Secondo procedimento.

Mettete il barattolo con i peperoni nel forno a 110 gradi non ventilati (non di piu’ se no si potrebbe spaccare il vetro) e lasciateli 15 minuti.

Infine metti la conserva in un luogo buio ad una temperatura non superiore ai 24°. In queste condizioni può durare fino a due anni. Una volta aperto dura all’incira cun mese in frigorifero. Prima di consumare i peperoni controlla però che non siano diventati neri o marroni (ma ricorda che un po’ di colore potrebbe essere dovuto al tipo di aceto utilizzato.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Il sale: tipologie ed aspetti negativi Successivo Riso basmati, ideale al forno o freddo con verdure

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.