Pasta pomodoro e basilico

 

La pasta pomodoro e basilico è un classico vegan della cucina italiana in generale e napoletana in particolare, ed è parte integrante della dieta mediterranea comprendendo l’olio extravergine d’oliva, il pomodoro ed il basilico.

  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 10-15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 170 g Pasta (io uso lo spaghettone)
  • q.b. Pomodori (quelli che volete basta che siano succosi; quindi pachino, San Marzano, ma anche romaneschi classici.)
  • q.b. aglio in camicia (quindi con tutta la buccia e schiacciato a mano, e trattato in modo che si possa togliere quando la preparazione è finita.)
  • q.b. Sale (di Camargue se ve lo potete permettere)

Preparazione

  1. Consiglio dello chef

    Aggiungete alla ricetta un pizzico (basta poco) di bicarbonato. Serve a togliere acidità al pomodoro ed aiuta molto chi soffre di reflusso.

    Preparazione del piatto.

    Personalmente metto i pomodori qualche secondo in acqua bollente per avere una maggior facilità a spellarli e li privo dei semi. E’ una mia fisima ma non mi piace sentirli tra i denti. Se a voi invece piacciono, non fate questa operazione.

    Mettete una pentola sul fuoco con un po’ d’olio extravergine e l’aglio in camicia. Fatelo stare a fuoco medio fino a che l’aglio non si indori ed insaporisca l’olio. Dopo di che lo potete togliere.

    Adesso potete aggiungere la passata di pomodoro ed i pomodori a pezzi preparati precedentemente ed il basilico, mettete il coperchio alla pentola, versateci un po’ d’acqua e fatela stare un quarto d’ora sul fuoco, fino a quando l’acqua non si sia assorbita e la salsa non avrà raggiunto la consistenza desiderata. Dovrebbe metterci una ventina di minuti.

    Nel frattempo mettete la pasta che avete scelto sul fuoco e fatela cuocere bene al dente mi raccomando. Lo spaghettone toscano che uso io ci mette un 12-14 minuti; se non lo doveste trovare potete usare tranquillamente gli spaghetti avendo l’avvertenza di farli stare un po’ meno sul fuoco.

    [mc4wp_form id=”1544″]

    Cercate di regolarvi con i tempi per fare in modo che sia pronta la pasta uno o 2 minuti prima del sugo, per darvi modo di scolare. Quando la condite, ricordate che, come sempre, va sempre messa la pasta nel sugo e non il contrario, perchè il calore della pentola potrebbe farlo rapprendere un minimo.

    Oppure preparate i barattoli come vi ho consigliato e versateci la salsa. Si può mantenere per una settimana circa. Se proprio non riuscite ad utilizzarla con un piatto specifico, è buonissima per farci la scarpetta con il pane fresco.

  2. Risultati immagini pasta pomodoro e basilico

Note

Tipi di sale consigliato: sempre e comunque il Camargue se ve lo potete permettere visto il costo esagerato.

/ 5
Grazie per aver votato!
Senza categoria
Precedente Carciofi alla giudia a doppia frittura Successivo Golden milk

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.