Insalata di pollo e maionese. Come si conserva un pollo.

 

Dopo aver visto come si prepara la maionese alle erbe organizziamoci per preparare la ricetta dell’insalata di pollo e maionese, sana soprattutto se fate la maionese light come vi spiego, e senza glutine.

Ora vediamo gli ingredienti ma naturalmente potete variarli secondo il vostro gusto personale.

Insalata di pollo e maionese
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 1 kg Pollo a pezzi
  • 2 patate
  • 1 cipolla
  • 2 Carote
  • 2 gambi di sedano

Preparazione

  1. Buttare le verdure tagliate a pezzi nell’acqua salata.

    Dopo un’ora  e 15 togliete le patate che cuociono prima e buttate dentro il pollo senza ossa e senza pelle.
    Non commettete l’errore di buttare dentro all’inizio il pollo assieme alle verdure. Ci sono due ottime ragioni per non farlo: la prima è che il pollo ci mette 15 minuti per lessarsi e se lo lasciate in acqua bollente un’ora potete immaginare che vi trovate; la seconda è che il brodo deve essere già carico quando ci mettete il pollo, altrimenti tutte le sostanze nutritive passeranno dal pollo nel brodo, ed il pollo non saprà di nulla.
    Unire le patate che avete estratto dall’acqua (tagliatele ora se volete) e le verdure a pezzi.

    [mc4wp_form id=”1544″]

    Mescolare delicatamente il composto e versarlo su un piatto da portata. Ricoprire l’insalata di pollo con la maionese mescolate e decorate a piacere. Potete anche aggiungere, volendo, dell’avocado in pezzi; si abbina bene con questi cibi.

Note

L’insalata di pollo e maionese è un piatto fondamentalmente estivo che però può essere proposto in qualunque periodo dell’anno preferibilmente come secondo piatto, ma anche come antipasto moderando la quantità.

La maionese, in genere un piatto molto pesante e con molto colesterolo può essere usata nella ricetta light proposta; quindi non appare un piatto che procuri, perlomeno in questa versione molte difficoltà nemmeno ad essere proposto a chi è assoggettato ad un regime dietetico.
Può essere proposto anche in finger food magari accompagnato da un’insalata fresca.

Consiglio dello chef

Passiamo ora a considerare alcuni accorgimenti che bisogna avere se si decide di conservare il pollo in freezer.

Il pollo, come del resto tutte le carni, se non conservato con gli oppurtune cautele può essere, sopratutto nelle giornate calde estive, sede di batteri e come tale causare intossicazioni alimentari. Quindi, se deve passare del tempo dall’acquisto, mettetelo in una sacca refrigerante o in una borsa-freezer.

Mettete il pollo in un sacchetto per surgelati per tenerlo ben separato dagli altri alimenti. E se lo mettete in un contenitore a parte, non fate male. Tenete presente che i ristoranti hanno l’obbligo di legge di conservarli in un frigorifero a parte.

Ecco perchè, se maneggate il pollo dovrete lavarvi bene le mani e gli utensili; un po’ come quando maneggiate il peperoncino molto piccante. Un accorgimento che richiede poco tempo e che vi salvaguarderà da ogni rischio di infezione.

In freezer il pollo si conserva bene un anno se intero, 9 mesi se a pezzi. Se lo fate a pezzi separateli con un po’ di carta stagnola o si attaccheranno insieme.

Il pollo può essere un tale veicolo di batteri che gli esperti dell’agenzia inglese sulla sicurezza alimentare consigliano di non lavarlo perchè gli schizzi potrebbero contaminare il cibo e gli utensili intorno a voi. Se proprio volete lavarlo, lavatelo in una pentola in modo tale che l’acqua non schizzi.

Mia madre, che la sa lunghissima, lo lava addirittura con il sapone, passandolo sulla pelle e poi sciacquandolo per diversi minuti sotto l’acqua corrente. Dopo di che lo asciuga benissimo con un panno da cucina.

Il sapone serve anche a rimuovere un odore sgradevole che a volte rimane dopo la cottura, soprattutto se lesso.

Tutte queste operazioni (lavaggio, asciugatura, eventuale fiammeggiatura) è bene le facciate prima di mettere il pollo in freezer. Risparmierete non poco tempo quando lo cucinerete.

Per scongelarlo, mettete il pollo in frigorifero coperto con un foglio di alluminio. Ricordate che, come per la carne bovina, non va messo direttamente nella pentola congelato, o la carne risulterà essere più dura.

Quando l’avrete scongelato, asciugate con un panno da cucina pulito il liquido che si forma sempre sia nel piatto, sia sulla superficie del pollo. Se usate lo scottex potrebbe lasciare piccoli residui che è meglio evitare.

3,0 / 5
Grazie per aver votato!
Senza categoria
Precedente Salsa habanero Successivo Lemon curd, dolce inglese

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.