Frullato di acerola

 

Ricetta con acerola.

E’ un blog di ricette, quindi mettiamo anzitutto la ricetta con l’acerola e poi descriveremo anche le proprietà di questo stupendo frutto.

Ingredienti

  • 1 Tazza di acerole che avrete cura di lavare bene;
  • 1 Tazza di acqua fredda 250 ml
  • 2 Cucchiai di miele
  • 2 Cucchiai di succo di limone
  • Ghiaccio tritato (facoltativo)
frullato-di-acerola
frullato-di-acerola

Preparazione

Mettete tutto insieme in un frullatore: acerole, succo di limone, miele ed acqua.

Poi passate il succo ottenuto attraverso un setaccio. Aggiungete il ghiaccio che volete.

Acerola (nome scientifico, invece, è Malpighia glabra Linn): andiamo a conoscere le proprietà e gli impieghi di un frutto originario del Sudamerica ricchissimo di vitamina C e con un mucchio di proprietà benefiche.

Sembra una ciliegia, ma non ne ha il sapore dolce. Piuttosto ha il gusto asprigno di un’arancia rossa.

Come è fatta l’acerola?

Vediamo come è fatto questo frutto. E’ formato da tanti spicchi ed ha una forma ovale. La buccia è sottile e nasconde al suo interno una polpa succosa proprio come la ciliegia. Viene raccolto quando è ancora verde, perché una volta maturato e divenuto rosso, perde molte delle sue proprietà.

Si trova nel periodo compreso tra maggio e novembre. In alcune zone viene coltivato come un piccolo bonsai.

Acerola proprietà e benefici

Prima di andare a vedere i suoi utilizzi in cucina scopriamone le proprietà benefiche per la salute.

  • combatte le malattie cardiovascolari e abbassa il diabete
  • aumenta i livelli di colesterolo buono e diminuisce i trigliceridi e il glucosio.
  • antiossidante: quindi riduce i radicali liberi.
  • diuretico e astringente: aiuta a riequilibra le funzioni intestinali favorendo l’espulsione dei liquidi in eccesso. Va quindi utilizzato come rimedio naturale in caso di diarrea e stipsi.
  • serve contro raffreddore ed influenza perchè è tra gli alimenti più ricchi di vitamina C.
  • rallenta il cancro: grazie ai carotenoidi e ai flavonoidi, si è visto che può contribuire a contrastare la crescita delle cellule tumorali in alcune forme di cancro ai polmoni.

Utilizzi dell’acerola

Il frutto dell’acerola viene comunemente venduto sotto forma di polvere, compresse o succo. Da noi viene venduto in brick, quindi sotto conservazione; il succo fresco è disponibile solo nell’America Latina.

In queste zone viene anche impiegato per la preparazione delle marmellate, gelati, gelatine, dolci e persino la vodka.

Se ne consiglia l’assunzione 2 volte al giorno, nelle dosi di 5-7 mg per kg.

Acerola controindicazioni

Anche per questo frutto ci sono situazioni particolari che vanno tenute sotto controllo, per cui prima di intraprenderne il consumo sarebbe fondamentale informare il proprio medico.

Non va assunto in concomitanza a prodotti a base di corbezzolo, rosmarino e uva ursina, notoriamente impiegati in fitoterapia per la cura delle infezioni urinarie. Questo al fine di evitare una spiacevole interazione tra i principi attivi.

Non è adatto inoltre a chi soffre di gastrite e calcoli renali. Difatti la vitamina C aumenta la formazione degli stessi calcoli.

Precedente Rocoto relleno (Peperone ripieno) Successivo Frullato di Jackfruit